domenica 28 ottobre 2012

Recensione "Gli zombi non piangono" di Rusty Fischer

Buona domenica cari lettori! Eccomi qui dopo aver colto l'opportunità della Giunti ed aver letto il mio primo libro sugli zombie, ovvero Gli zombi non piangono di Rusty Fischer! Ultimamente l'argomento sembra andare molto di moda, quindi di sicuro leggerò altri libri a riguardo, ma ora tenetevi pronti per la mia recensione!

Titolo: Gli zombi non piangono
Originale: Zombies don't cry
Autore: Rusty Fischer
Editore: Giunti Y
Prezzo: 12,00 €
Pagine: 320




Trama: Maddy Swift è una studentessa normalissima e un po' imbranata, frequenta il liceo della tranquilla cittadina di Barracuda Bay e ha una cotta per il nuovo ragazzo della scuola. La sera in cui Stamp finalmente la invita a una festa è anche quella in cui la sua vita cambierà per sempre. Perché è il suo primo fantastico appuntamento? Non esattamente. Quando Maddy, tutta agghindata, esce di casa, fuori piove a dirotto. Non trova la strada per raggiungere la festa e proprio quando crede di essere arrivata a destinazione viene colpita in pieno da un fulmine. Al risveglio, si trova con la faccia in una pozzanghera, stordita e completamente inzaccherata. Ma il fango è l'ultimo dei suoi problemi. Sono quel buco fumante sulla testa, il cuore che non batte più e i polmoni che non funzionano a farle sorgere qualche sospetto. Scopre con raccapriccio di essersi trasformata in una delle creature che più la spaventano: una morta vivente. E che la sua urgenza più impellente è mangiare immediatamente un cervello fresco, se vuole evitare il poco attraente processo di putrefazione.
Aiutata da due compagni zombi, Maddy non solo imparerà a gestire la sua nuova identità, ma anche a difendere se stessa, il suo amore e tutta Barracuda Bay dallo Zombi Armageddon.


Recensione
Maddy Swift non è di certo la solita ragazza popolare, vanta di avere una sola vera amica, Hazel, a scuola non la nota quasi mai nessuno, suo padre è il medico legale della cittadina e il suo passatempo preferito è calcare i nomi dalle tombe dei defunti del vecchio cimitero vicino casa sua.
Nonostante la sua vita non sia perfetta, Maddy è comunque felice e le cose per lei cambiano notevolmente quando a scuola arriva un nuovo ragazzo, Stamp - muscoloso, pieno di fascino, rubacuori appena entrato nella squadra di football - che sembra notarla.

Di certo, la piega che prende la sua esistenza quando una sera sgattaiola fuori dalla finestra per andare alla festa a cui l'ha invitata Stamp, non è proprio quella che si sarebbe aspettata. Mentre Maddy cerca di arrivare alla festa a piedi, inizia una vera e propria tempesta e un fulmine si abbatte proprio su di lei. Quando si risveglia qualche ora dopo, non capisce ancora cosa le sia successo.


Maddy è diventata uno zombie, non ha più battito cardiaco, improvvisamente la sua pelle è diventata candida e gelida e i suoi occhi sono cerchiati come se non dormisse da giorni, non vede l'ora di assaporare cervelli, ma - al contrario di quanto predetto dalle solite leggende popolari - ha ancora i suoi sentimenti e ragiona come una normalissima persona viva.
Quando si avventura al supermercato per comprare del cervello fresco, incontra due dei tizi più strani della scuola, Chloe e Dane, che capiranno subito cosa le è successo - essendo a loro volta zombie - e la aiuteranno e inizieranno verso questa sua nuova condizione di non-morta.

Infatti gli zombie hanno delle regole da rispettare, ad esempio non possono uscire con dei Normali e hanno l'obbligo di camuffarsi per non farsi riconoscere e di mantenere il loro status segreto. Però non tutti gli zombie sono uguali. Mentre Chloe, Dane e Maddy sono zombie ragionanti, che non si nutrono di persone, esistono anche gli Zerker, gli zombie crudeli, senza sentimenti, il cui unico scopo è perseguitare, uccidere e nutrirsi dei Normali.

Da qualche tempo infatti, dalla classe di economia domestica della scuola, sono state fatte diverse vittime e ben presto Maddy viene a sapere che i responsabili sono proprio Scheletro e Dalia - i due Zerker che adesso l'hanno presa di mira e sono pronti a tutto perchè lei diventi una di loro.
Con l'aiuto dei suoi nuovi amici non-morti, Maddy dovrà affrontare la minaccia che incombe su di lei e su coloro a cui vuole bene. Armati di taser e paletti i nostri eroi non-morti cercheranno di fare giustizia.

Un libro che non vuole prendersi troppo sul serio, ironico e scritto con uno stile scorrevole. Una lettura abbastanza piacevole, leggera e rilassante per chi vuole passare qualche tempo in compagnia di zombie non di certo convenzionali. Una storia che riserva anche un buon finale che non si rivela affatto scontato.
Lo consiglio a tutti gli appassionati del genere e a chi vuole entrare nell'atmosfera di Halloween che è ormai alle porte!



Living dead love story di Rusty Fischer
  1. Gli zombi non piangono, 2012 (Zombies don't cry, 2011)
  2. Inedito (Zombies don't forgive, 2013)

12 commenti:

  1. Non vedo l'ora di leggere questo libro!!!
    m'ispira un sacco, poi tutte le recensioni che ho letto sono positive!!!!
    spero di recuperare al più presto!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, anche io ho letto recensioni tutte positive :D
      Vedrai che ti piace ;)

      Elimina
  2. Sto iniziando il libro in questo preciso momento :)
    Appena lo finisco corro a leggere la tua recensione.. ma mi pare di vedere (quattro stelline e mezzo? *O*) che ti sia piaciuto parecchio!!

    Un bacio,
    Sonia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà sono 3 e 1/2! Pensavo di aver corretto o_o ma mi sa che ho sbagliato il link dell'immagine :P
      Comunque dai mi è piaciuto abbastanza (: aspetto la tua recensione allora!

      Elimina
  3. ho letto un pò di recensioni alcune entusiaste altre meno a questo punto credo di dovermene fare un'opinione da sola!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è sempre la cosa migliore secondo me :)

      Elimina
  4. Lo sto leggendo e per adesso mi piace molto! è divertente e la protagonista è simpatica!

    RispondiElimina
  5. E' la prima volta che mi cimento nella lettura di un libro sugli zombi, e devo dire di essere rimasta colpita dal fatto di averlo apprezzato moltissimo! C'è questo persistente ma velato stimolo al ridacchiare, alla divertente rassegnazione della protagonista ai suoi poteri e doveri di zombie.
    Maddy è ironica, spontanea, disinteressata all'attenzione degli altri, come se volesse limitarsi a vivere la sua normale esistenza da adolescente alle prese con la scuola, l'amica del cuore e il ragazzo che le piace. Assurdo come quella che sembrava la serata migliore della sua vita, segnerà invece il suo trapasso dalla vita alla non-morte. Basta un colpo di fulmine -letteralmente, intendo- et voilà! Ecco a voi un neozombie appena creato! Davvero un bel libro, per niente banale, tiene sempre il lettore sul vivo! Leggetelo, consigliatissimo!
    sentimentitralepaginediunlibro.blogspot.com/2012/10/recensione-gli-zombi-non-piangono-di.html

    RispondiElimina
  6. Ahah, vedo che siamo d'accordo pure sul voto! :D
    Abbiamo gusti proprio simili, eh!!

    (Speriamo bene, ehm :D)

    RispondiElimina
  7. Bella recensione! :)
    Quando ho visto che la Giunti dava la possibilità di diventare Y Ambassador mi sono subito informata, ma vedendo che il libro parlava di zombie non sono andata oltre..sono tra le creature horror che mi piacciono di meno.. :(
    Invece ho già letto diversi giudizi positivi, non so che fare! S.s

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se fossi in te una possibilità gli e la darei! Anche perchè io ho letto la versione ebook e sono solo 179 pagine, in un paio di giorni si leggono tranquillamente!
      Al massimo prova, poi se vedi che non ti piace ti fermi ;)

      Elimina