giovedì 18 dicembre 2014

Reading the movie #30 Lo hobbit - La battaglia delle cinque armate





Reading the movie (leggendo il film) è una rubrica ideata da me che vuole intrecciare due mie grandi passioni, cinema e lettura. Adoro leggere i libri da cui sono tratti i film che mi hanno emozionato e mi piace anche fare il contrario, leggere il libro prima che esca il film al cinema. Da qui nasce questa rubrica per presentarvi trame e trailer di film nuovi e vecchi che mi hanno colpito e appassionato.

Buongiorno lettori! Ieri pomeriggio sono stata a vedere il capitolo conclusivo della saga de Lo hobbit e oggi sono qui a parlarvene. Tra l'altro ho fatto una ricerca tra i vecchi appuntamenti della rubrica e mi sono accorta di non aver mai parlato di questi film. Come mai? Non lo so nemmeno io. Mistero! Vorrà dire che mi rifarò con questo post.

About the book
Titolo: Lo hobbit
Autore: J.R.R. Tolkien
Editore: Bompiani
Pagine: 417

Trama: Pubblicato per la prima volta nel 1937, Lo Hobbit è per i lettori di tutto il mondo il primo capitolo del Signore degli Anelli, uno dei massimi cicli narrativi del XX secolo. Protagonisti della vicenda sono, per l'appunto, gli hobbit, piccoli esseri "dolci come il miele e resistenti come le radici di alberi secolari", che vivono con semplicità e saggezza in un idillico scenario di campagna: la Contea. La placida esistenza degli hobbit viene turbata quando il mago Gandalf e tredici nani si presentano alla porta dell'ignaro Bilbo Baggins e lo trascinano in una pericolosa avventura. Lo scopo è la riconquista di un leggendario tesoro, custodito da Smaug, un grande e temibile drago. Bilbo, riluttante, si imbarca nell'impresa, inconsapevole che lungo il cammino s'imbatterà in una strana creatura di nome Gollum.


About the movie
Genere: Fantastico, Avventura
Regia: Peter Jackson
Cast: Martin Freeman (Bilbo Baggins), Ian McKellen (Gandalf), Richard Armitage (Thorin Scudodiquercia), Orlando Bloom (Legolas), Evangeline Lilly (Tauriel), Lee Pace (Thranduil), Hugo Weaving (Elrond), Cate Blanchett (Galadriel), Aidan Turner (Kíli), Sylvester McCoy (Radagast), Luke Evans (Bard)


Sono reduce da ben due giornate firmate Peter Jackson! L'altro ieri, tanto per rinfrescarci la memoria, io e il mio ragazzo ci siamo guardati l'extended edition - con ben 25 minuti di scene in più, quindi più di tre ore di film - de La desolazione di Smaug e ieri invece, è stato il turno dell'ultimo film di questa trilogia, La battaglia delle cinque armate. Che dire a riguardo? Ogni volta fare ritorno alla Terra di Mezzo e alle sue vicende si rivela sempre un'esperienza magica e unica nel suo genere.

Stregoni affascinanti, hobbit inaspettatamente coraggiosi e saggi, elfi tanto altezzosi quanto maestosi,
nani avidi, ma allo stesso tempo gentili e generosi, uomini perennemente in cerca di riscatto, cattivi sempre dietro l'angolo, pronti a dar battaglia. C'è poco da dire, per quanto da lettrice ancora non abbia ancora avuto un approccio con i suoi libri - ebbene sì, prima o poi troverò il coraggio, se ce l'ha fatta Bilbo, ce la posso fare anche io - riconosco che Tolkien è Tolkien. Ma in fondo questo già lo sapevate senza che ve lo dicessi io.

martedì 16 dicembre 2014

2014 Blogger Choice Awards - Premiazioni

Buongiorno lettori! Ieri era l'ultimo giorno in cui era possibile votare per i Blogger Choice Awards di quest'anno e dunque oggi eccomi qui con il post di premiazioni!
Curiosi di vedere chi ha avuto la meglio? Sono arrivati ben 49 voti validi, dunque scopriamolo! Vi riporterò le top tre per ogni categoria.

Miglior blog

Miglior nuovo blog

lunedì 15 dicembre 2014

« Amazing Authors » Sondaggi autori gennaio


La Amazing authors è una reading challenge annuale ideata da me che ha lo scopo di far conoscere o riscoprire ai partecipanti gli autori più amati di sempre. Per info e iscrizioni, potete consultare il post introduttivo.

Buongiorno lettori! Come vi avevo accennato nel post introduttivo della Amazing Authors - la nuova Reading Challenge del blog che ci terrà compagnia per tutto il 2015 - ogni mese ci saranno dei sondaggi per stabilire gli autori da leggere insieme. Da gennaio in avanti, troverete i sondaggi per scegliere gli autori nei post di recap pubblicati a inizio mese, ma ovviamente, dovendo avere due autori per iniziare, il primo post di sondaggi non potevo che farlo prima, dunque eccolo qui.

Come da regolamento, ogni mese ci saranno due sondaggi in cui verranno inseriti dieci autori scelti a caso tramite il sito random.org. Per fare una cosa carina, ho pensato di fare in questo modo: uno dei sondaggi sarà sempre un vero e proprio random, in cui saranno estratti dieci autori a caso tra tutti quelli in elenco, l'altro invece, sarà sempre un sondaggio a tema. Gli autori inseriti nel sondaggio a tema saranno sempre estratti in modo casuale, però all'estrazione parteciperanno solo gli autori che possiedono i requisiti per rientrare nel tema in questione.
Vi spiego meglio utilizzando come esempio i sondaggi che trovate di seguito. Il primo, a destra, è il random vero e proprio. Ho inserito tutti gli autori consigliati in elenco e ho fatto un'estrazione casuale per scegliere i dieci che vedete. Il secondo invece, a sinistra, è il sondaggio a tema. Questo mese son stata su qualcosa di classico e ho scelto come tema autrici donne - non preoccupatevi ovviamente ci sarà anche un mese con un sondaggio dedicato agli uomini - e dunque ho inserito nel generatore random soltanto i nomi delle autrici per selezionare le dieci che vedete.

Tutto quello che dovete fare a questo è votare! Entrambi sondaggi sono a scelta multipla, quindi potete selezionare più di un autore che ha attirato il vostro interesse, ma vi pregherei di non selezionarne più di un massimo di quattro per sondaggio.

venerdì 12 dicembre 2014

Recensione "Quando eravamo in tre" Aidan Chambers

Buongiorno lettori, come state? A me in questi giorni stanno iniziando ad arrivare i primi regali librosi di Natale. Puntualmente non appena li ho tra le mani vado a nasconderli nell'armadio in modo che non mi venga la tentazione di aprirli prima del fatidico giorno!
Comunque, come promesso nei giorni scorsi oggi sono qui per parlarvi di una delle mie ultime letture, Quando eravamo in tre di Aidan Chambers. Mi sono dilungata un po' più del solito e ne è uscita una delle recensioni più contorte che abbia mai scritto, temo. Fatemi sapere che ne pensate!



Quando eravamo in tre
di Aidan Chambers
Editore: BUR Rizzoli
Prezzo: 10,00 €
Pagine: 333

Trama: Piers, diciassette anni, introverso e depresso, ha lasciato casa, scuola, amici e fidanzata per cercare di capire che cosa vuole fare di sé, ha accettato un modesto lavoro di casellante di un ponte a pedaggio e si è trasferito nella squallida casetta accanto al ponte.
Lì conosce Kate, che ha la sua stessa età ma è decisa e sicura di sé: i due fanno amicizia e parlano di tutto. Poi arriva Adam, un ragazzo misterioso, insolente e affascinante che invade la loro vita senza essere stato invitato. Il legame a tre è complicato, mescola amore, amicizia, complicità. Ma nel passato di Adam c'è un'ombra, il ricordo di un dramma che affiora poco alla volta e rischia di travolgere tutti e tre.


Recensione
Quando eravamo in tre racconta la storia di Piers, un adolescente affetto da una terribile depressione che un giorno, stanco di doversi prestare alle aspettative di tutti i suoi cari e di recitare la parte del figlio, studente e fidanzato perfetto, decide di staccare la spina, lasciando tutto e tutti.

Piers trova lavoro come custode di un ponte. Il suo compito è quello di prendere i pedaggi delle auto che passano di lì, in cambio riceve uno stipendio con cui riesce a mala pena a tirare avanti e la possibilità di stare finalmente per conto suo senza nessuno intorno nella piccola casa adiacente.
La tenera amicizia che nasce tra lui e Tess, la figlia del suo capo, e l'arrivo di Adam, un ragazzo in apparenza senza tetto e dal passato misterioso che i due decidono di aiutare, contribuiranno a colorare e arricchire le sue giornate.