sabato 11 maggio 2013

Recensione "Ogni giorno" di David Levithan - 5° tappa del Blogtour!

Buondì! Finalmente è arrivato il mio turno di parlarvi del nuovo romanzo di David Levithan da poco uscito per Rizzoli, Ogni giorno. Per la mia tappa, oltre alla mia recensione e al mio pensiero a riguardo, trovate anche un video con un'intervista all'autore sottotitolato e, nel caso vi siate persi le tappe degli altri blog, infondo trovate tutti i link relativi.

Quando mi è stato proposto di leggere il libro in anteprima e partecipare al blogtour da Marco di Galassia cartacea, non ho proprio saputo resistere. Il libro aveva tutte le premesse per piacermi e non ne sono affatto rimasta delusa. L'ho finito in poco meno di due giorni, non riuscivo a staccarmene e ne volevo sempre di più.
Conoscete quella sensazione, di quando vedete un libro e immediatamente capite che vi conquisterà e che vi rimarrà nel cuore ancora prima di leggerlo? È proprio quello che mi è successo con Ogni giorno, me lo sentivo che l'avrei adorato e così è stato fin dalle prime righe.
Quindi un grazie speciale va a Marco e a Giordano per avermi dato l'occasione di leggerlo e amarlo, dalla mia recensione capirete anche il perché mi è piaciuto così tanto.



Ogni giorno
di David Levitahn

Titolo originale: Every day
Editore: Rizzoli
Prezzo: 15,00 €
Pagine: 260

Trama: Ogni giorno un corpo diverso. Ogni giorno una vita diversa. Ogni giorno innamorato della stessa ragazza. Da quando è nato, A si risveglia ogni giorno in un corpo diverso. Per ventiquattro ore abita il corpo di un suo coetaneo, che poi è costretto ad abbandonare quando il giorno finisce. Affezionarsi alle esistenze che sfiora è un lusso che non può permettersi, influenzarle un peccato di cui non vuole macchiarsi. Quando però conosce Rhiannon, chiudere gli occhi e riprendere il cammino da nomade è impossibile: per la prima volta innamorato, A cerca di stabilire un contatto, di spiegare la sua maledizione, fino a convincere Rhiannon che è tutto vero, che quello che ogni giorno si presenta da lei è la stessa persona, anche se in un corpo diverso. Rhiannon s’innamora a sua volta dell’anima di A, ma dimenticare il suo involucro è difficile, e pian piano la relazione con i mille volti di A si fa più delicata di un vetro sottile. Nel disperato tentativo di non perderla, A tradisce le sue regole, inizia a lasciare nelle esistenze quotidiane tracce e strascichi del suo passaggio, e qualcuno se ne accorge… .

Recensione
Da quando è nato, A si sveglia ogni giorno in un corpo diverso. Non sa il perché di questa sua strana condizione e non fa che domandarselo. Col passare del tempo è riuscito comunque ad accettare che questa è la sua vita.
Il suo scopo è quello di passare le varie giornate nel miglior modo possibile, senza intaccare le normali quotidianità dei corpi che si ritrova ad abitare.

A da sempre si domanda se il suo passaggio lasci o meno traccia, si chiede spesso se quando verrà a mancare qualcuno si ricorderà di lui. Più di qualunque altra cosa al mondo, anela una vita normale, dei genitori, degli amici, qualcuno che lo conosca per quello che è, un posto da poter chiamare casa.
Un giorno si ritrova nel corpo di un adolescente come un altro, Justin. Rimane molto colpito dalla sua ragazza Rhiannon, sa che Justin non la ama davvero e non può fare a meno di innamorarsi di lei, della sua fragilità, delle sue insicurezze. Pensa che Rhiannon meriti molto di più e crede di poterglielo offrire.

A sa bene che stringere una relazione per lui è quasi impossibile. Non ha mai raccontato a nessuno della sua strana esistenza. Ha sempre finto di essere qualcun'altro senza mai guardarsi indietro, ma dopo aver incontrato Rhiannon decide di voler tentare. Vuole lasciare qualcosa di sè al mondo, vuole che qualcuno lo conosca davvero per quello che è e che sia in grado di amarlo al di là di tutto.

I messaggi che Levithan vuole trasmetterci con questo suo romanzo sono diversi e tutti molto forti. Attraverso le giornate di A e alla sua storia, l'autore vuole farci riflettere su quanto l'aspetto esteriore conti in realtà. Ci spinge ad immedesimarci nelle situazioni più diverse, a metterci nei panni di privilegiati e di emarginati e non solo. Vuole che il lettore si fermi a pensare alle persone per quello che davvero sono: entità, anime, non solo corpi.

C'è poco da fare, ho adorato questo libro e tutto ciò che rappresenta. Mi sono piaciuti moltissimo lo stile dell'autore e il suo modo di raccontare le cose. Non c'ho messo molto ad affezionarmi anche ad A e a comprenderlo in tutte le sue sfumature e sfaccettature.
Ho amato Ogni giorno senza riserve fin da subito e non posso fare altro che consigliarlo! È una di quelle letture diverse, che ti fanno riflettere e allo stesso tempo ti affascinano. A mio parere in una sola parola: imperdibile.

«Non sono accecato dal passato, né motivato dal futuro. Mi concentro sul presente perché è la sola dimensione che sono destinato a vivere.»


Che ne dite? Vi ho convinto? L'idea alla base del romanzo non vi pare geniale? Svegliarsi ogni giorno in un corpo diverso, sperimentare sulla propria pelle le vite di individui diversi.
Glinda, ha infatti avuto una bellissima idea e nella sua tappa del blogtour, ha chiesto a ognuno di scrivere il risveglio di A nel proprio corpo e anche io mi sono divertita a partecipare. Giuls invece ha chiesto cosa spingerebbe A a voler rimanere nel vostro corpo nel caso si risvegliasse in voi.
Anche io ho pensato di farvi una domanda a tema! Se per un giorno poteste essere come A e se poteste anche decidere di risvegliarvi nel corpo di qualcuno, su chi ricadrebbe la scelta?

Mi raccomando, rispondete in numerosi che sono curiosa! Vi lascio con l'intervista all'autore e ai link delle varie tappe. Spero di non avervi annoiato e di essere riuscita a trasmettervi il mio amore per questo libro.


Blogtour per Ogni giorno di David Levithan
Apertura e chiusura del tour a cura di Marco sul suo canale youtube Galassia Cartacea!
  1. Sangue d'inchiostro
  2. Atelier dei libri
  3. Diario di una dipendenza
  4. Paper dreams below fingers
  5. Reading is believing
  6. Diario di pensieri persi

21 commenti:

  1. colleziono recensioni positive come figurina, devo assolutamente leggerlo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava donna! Vedrai che non te ne pentirai u.u

      Elimina
  2. Imperdibilissimo! Lo bramo da che so che è in circolazione...
    A me piacerebbe essere tanto una ragazza alta, slanciata,seconda di seno, occhi azzurrissimi. Capelli poco importa....E' il mio sogno da sempre. Non sono obesa ma un fisico più snella mia vrebbe fatta soffrire molto meno a scuola e nella vita, anche in famiglia. C'è sempre stato qualcuno pronto a demolirmi in passato. Adesso mi accetto ma cambiarmi sarebbe ancora un mio sogno. Penso che rinuncerei perchè al mio cpmapgno piaccio come sono e non come tante figurine da modella.
    Vorrei poi un carattere alla Tris di Divergent o alla Eloise Weiss di Black Friars (in questo caso anche fisicamente benchè diversa dai miei canoni). Ma anche Lena Duchannes di CAster XChronicles

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh lo so, un po' ti capisco! Io non ho tanti chili di più... circa 5 o 6, ma non riesco proprio a smaltirli... però mi piacerebbe un sacco essere più snella... XD

      Elimina
    2. Diciamo che rispetto alla mia altezza non parliamo di quei kg la ma in passato ero molto peggio! Poi adesso sono tipo prima del parto ma il corpo è cambiato un bel po' e tutto è diversissimo! Niente più l suo posto!

      Elimina
  3. Sono anche io abbastanza convinta di comprarlo e leggerlo perché credo che meriti molto per cui sarà una delle mie prossime letture! Diversamente io se potessi per un giorno svegliarmi nel corpo di qualcun altro mi vorrei risvegliare dentro il corpo di un malato terminale, di un disabile, magari nel corpo di una persona che è costretta a stare sulla sedia a rotelle perché non ha più la possibilità di usare le gambe, non può più correre nè camminare, ma sopratutto che non può più essere totalmente autonoma.
    Come mai questa scelta? Perché così capirei cos'é DAVVERO la sofferenza. Quella vera, che ti distrugge e sentirei la forza di queste persone e la loro capacità di andare avanti lo stesso. Questo mi farebbe apprezzare di più la vita e riuscirei poi a cogliere ogni più piccola sfumatura, ci provo già adesso ma molte volte per colpa anche della mia età cado nella banalità del consumismo, nell'apparenza...certe volte invece quando mi ritrovo a correre al parco mi sento bene, sono felice e penso che ci sono persone al posto mio che vorrebbero correre ma non possono, che vorrebbero urlare ma non riescono o che vorrebbero semplicemente vedere il paesaggio o sentire il rumore dei passi sull'asfalto ma non ne hanno la possibilità ed è in quei momenti che mi rendo conto di quanto sono fortunata!
    Ecco il perché della mia scelta.
    Spero di non essermi dilungata troppo o di non essere andata fuori tema ma ci tenevo a dire la mia! Grazie per la possibilità! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma figurati! Hai espresso un pensiero bellissimo e molto profondo :) non può che farmi tantissimo piacere!
      Capisco benissimo quello che intendi... a volte siamo tanto fortunati e nemmeno ce ne rendiamo conto. Io ho qualche problema all'apparato digerente tra stomaco e colon (niente di gravissimo per carità... ma a 22 potrei stare di sicuro meglio) e quindi so cosa vuol dire un po' invidiare le persone "normali" :)

      Elimina
    2. Veramente uno splendido pensiero! Ci accorgiamo di aver avuto tutto o almeno molto ma solo se troppo tardi e purtroppo i malati vengono evitati spesso come la peste.

      Elimina
  4. Oooh, aspettavo tanto la tua recensione. Davvero molto bella((:
    Ogni Giorno mi ha proprio sorpreso, non era ciò che mi aspettavo, ma l'ho adorato tantissimo^^

    Sto pensando a chi sceglierei se potessi sveglirmi nel corpo di qualcun altro, ma proprio non mi viene in mente nulla. Forse anche io vorrei provare a essere per un giorno una ragazza che fisicamente trovo davvero bella [giusto perchè io mi odio -.-], ma credo che, come finissi nel suo corpo, riuscirei a vedere tutti i troppi difetti che vedo in me anche in quella personaxD
    Davvero bella la risposta di Aryanne. Concordo con tutto quello che ha detto. Ogni tanto mi capita di sentire storie di persone che hanno passato brutti periodi di malattia e mi chiedo sempre se io sarei in grado di combattere e vivere certe situazioni, se ne avrei la forza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere sentire che ti è piaciuto *-*

      Comunque ti dirò... io mi sono sempre vista con dei kg di troppo... però guardando delle vecchie foto mi sono accorta che, mentre ora ce li ho davvero, prima non ne avevo poi così tanti D:
      Quindi probabilmente risvegliandoci in un corpo perfetto ci troveremo dei difetti comunque... e purtroppo un bel corpo non significa per forza una bella vita :(

      Anche io mi chiedo se avrei la forza di affrontare una brutta malattia... questi discorsi mi fanno pensare a quanto ho amato Colpa delle stelle :')

      Elimina
    2. Grazie mille En*, mi ero scordata di ringraziarti!!:)

      Elimina
  5. Anche io mi chiedo se avrei la forza di andare avanti e ancora non sono riuscita a trovare una risposta!!
    Vorrei rispondere a tutte e due e tutte voi, ma in particolare a Sorairo che dice che i suoi chili di troppo le hanno causato molti problemi in passato...io sono magra, sono sempre stata magra perché per fortuna la mia tiroide ha sempre lavorato più del dovuto, questo ha contribuito alla mia iperattività giovanile che mi ha portato ha fare sempre molto sport, che adoro, che mi ha aiutato a rimanere sempre snella e muscolosa (forse troppo, faccio karate e prima facevo judo). Ma nonostante fossi magra c'era chi mi prendeva in giro perché di faccia non ero il massimo, chi mi diceva che avevo troppi muscoli e sembravo un ragazzo, alcuni mi rompevano le scatole perché secondo loro ero così magra xk ero anoressica! Mi hanno preso sempre in giro e creato problemi enormi nonostante non avessi niente che non andava. Questo per farvi capire quanto poco conta in realtà come si è ma conta quello che si è. La gente ha sempre da dire qualcosa degli altri, per qualsiasi motivo! Purtroppo è il mondo e la gente invece che ragionare con la testa ragiona con i piedi!!

    Sono d'accordo con Denise, un corpo perfetto non vuol dire una bella vita! proprio perché la gente non smette mai di parlare!!
    Su col morale girls!! ^^ grazie mille per la chiacchierata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È proprio vero... la gente ha qualcosa da dire di sgradevole sempre e comunque!
      Beata te comunque... la mia tiroide invece funziona poco :( e già prendo la famosa pillolina che mi dovrò portare dietro a vita D:

      Elimina
    2. Io non capisco veramente certe persone che sembrano nate per puntare il dito contro gli altri...bah...comunque potrei stare qui a parlare ore di questi argomenti!!
      Povera! E' veramente brutto essere legati a vita ad una pillola! Ti auguro il meglio, davvero! <3

      Elimina
    3. Cmq scusa Deni sto commentando ovunque :/ è solo che non so mai dove scrivere che vorrei rispondere a tutti!! spero non ti dia fastidio! :)

      Elimina
    4. Ma figurati non mi infastidisci affatto, ci mancherebbe e grazie per gli auguri <3

      Elimina
  6. Bella recensione Deni ^^ Lo avete adorato proprio tutti, io l'ho finito da giorni ma non l'ho amato alla follia...è davvero molto bello e geniale ma non mi ha rapita ;)
    Il commento di Aryanne è molto bello, io non vorrei entrare in un corpo del genere...in passato ne ho passate troppe e le acque si devono ancora calmare quindi penso che per un giorno vorrei entrare nel corpo di un personaggio dei film. Vorrei essere almeno per un giorno uno di quei personaggi che non hanno la minima preoccupazione oltre al ballare sotto la pioggia ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì ti capisco! Sarebbe bello per un giorno far svanire tutti i problemi e non dover pensare a nulla :)

      Elimina
    2. Grazie mille! Ammetto che sarebbe bello anche per me per un giorno non dover pensare a nulla! Neanche a me stessa!! :)

      Elimina