domenica 1 settembre 2013

Mara Dyer Blogtour - Tappa #1 Mara Madness

Buongiorno ragazzi e buona domenica!
Benvenuti alla prima tappa - di tre - del blogtour organizzato da Juliette di Sweety Readers in occasione dell'uscita del secondo volume della saga, Io non sono Mara Dyer che avverrà per l'esattezza il 3 Settembre! La mia recensione del primo libro, Chi è Mara Dyer potete trovarla qui.
Siete curiosi come noi di scoprirne di più su Mara e i misteri che si celano dietro quanto le accaduto e quanto le sta accadendo?

Chi è Mara Dyer

Chi è Mara Dyer? Beh, questa è senza dubbio una bella domanda. Nessun lettore saprebbe propriamente rispondere e probabilmente non saprebbe farlo nemmeno Mara stessa. Forse nemmeno l'autrice - capirete leggendo il paragrafo sottostante perché dico così - potrebbe avere una risposta. Comunque, per quanto possibile, proverò a spiegarvi chi sembra Mara e quel che abbiamo capito del suo personaggio durante la lettura del primo libro.
Mara è l'unica sopravvissuta a un brutto incidente del quale non ha ricordi molto chiari, in cui sono morte due sue amiche e quello che era il suo ragazzo. A mesi di distanza, Mara vorrebbe capire perché è sopravvissuta solo lei, com'è possibile, ma non riesce a ricordare quanto successo. In più soffre di disturbo da stress post traumatico e non fa che avere terribili allucinazioni. Vede i suoi amici morti, vede la gente morire sotto ai suoi occhi e poi quello che vede sembra addirittura avverarsi.
In questo secondo libro della trilogia ne sapremo di più? Non ci resta che aspettare e leggere, leggere, leggere!

La storia dietro al libro

Siete curiosi di sapere da dove è venuta fuori l'idea che ha ispirato l'autrice a scrivere questa saga? Preparatevi perché quella che state per leggere, raccontata direttamente dall'autrice, non è la solita storia! Fonte © | Traduzione ©daydream

Nel 2007, avevo ventiquattro anni. Avevo appena passato l'esame da avvocato. Mi era stato concesso di partecipare a un processo da tre miliardi di dollari sul terrorismo, che richiedeva mesi di deposizioni da parte di migliaia di vittime del terrorismo negli Stati Uniti e in Israele.
Un giorno, durante un viaggio a New York per un'udienza, sono stata coinvolta in una discussione riguardo al mio lavoro - che non capita spesso quando si fa un lavoro come il mio. La donna a cui ne stavo parlando si mostrò subito interessata. Sua figlia, un'adolescente, aveva avuto un incidente con i suoi amici, ed era l'unica sopravvissuta. Aveva sofferto di disturbo post traumatico da stress, una malattia che conoscevo bene sempre grazie al mio lavoro.

La donna mi raccontò che lei e suo marito stavano prendendo in considerazione l'idea di fare causa al padrone della proprietà, quando apparve una ragazza dietro di lei, e io fui subito colpita dalla sua presenza. La ragazza era bellissima, ma in qualche modo sembrava che qualcosa la perseguitasse. Io e sua madre ci scambiammo i contatti, e promisi di metterle in contatto con un altro avvocato che si sarebbe occupato del caso. Quando però la donna si voltò per andarsene, la ragazza mi diede un'occhiata che mi fece rabbrividire. Uno sguardo che mi disse che c'erano altre cose da sapere riguardo alla sua storia, cosa che nessun altro sapeva.
Non potei fare a meno di domandarmi cosa nascondesse.
Successivamente, il 14 Maggio 2009, mi trovai di nuovo a New York. Non per un'udienza ma per andare a vedere la cerimonia di laurea di mio fratello. Dopo l'evento, qualcuno disse qualcosa che mi fece subito pensare a quella ragazza e mi domandai cosa le fosse successo in seguito.
Più tardi, sempre quel giorno, chiamai il numero che la donna mi aveva dato, ma risultò essere fuori servizio. Iniziai a fare delle ricerche anche sul suo nome, ma non riuscii a trovarlo da nessuna parte.
Quella notte iniziai a scrivere le prime parole di Chi è Mara Dyer. Scrissi fino alle cinque del pomeriggio del giorno successivo, finché non arrivai ad avere 5000 parole. La storia crebbe e vedeva come protagonista quella ragazza. Non avrei mai usato il suo vero nome, così diventò Mara, che in ebreo, significa "amarezza".
Qualche settimana dopo, iniziai a ricevere dei pacchetti.
Foto di edifici crollati. Un album pieno di disegni. Continuai a scrivere. Ciò che è emerso, è una storia fatta di ricordi e reperti, appartenente a un mondo che non è proprio il nostro, ma che sta appena sotto. Tutt'oggi ancora ricevo buste e pacchetti.
E un giorno ho ricevuto una lettera da una ragazza adolescente. Quello che diceva era ovviamente impossibile.
Ma immagino che voi non lo saprete mai per davvero.

Cosa ne pensate? Non mette terribilmente i brividi? Non fa vedere tutto il romanzo sotto una prospettiva diversa? E i pacchi che regolarmente l'autrice riceve? Sarei curiosa di vederli!

Le cover e il loro significato

Vi piacciono le copertine della saga? Purtroppo la Mondadori ha deciso di cambiare quella del secondo volume, sostituendola con questa, che pur essendo abbastanza attitente, lascia un po' con l'amaro in bocca. Comunque, eccovi l'opinione dell'autrice sulle copertine originali dei primi volumi e sul loro significato! Fonte © | Traduzione ©daydream

La cover di un libro ha principalmente un lavoro da fare: non raccontare la storia, ma venderla. La copertina di un libro dovrebbe invogliarti a volerlo comprare. Solo dopo averlo preso tra le mani poi, ti puoi dedicare a leggere la trama, o le citazioni riguardo a quanto ad altri autori e recensori sia piaciuto, oppure a leggere addirittura la prima pagina o il primo capitolo per capire se fa per te. Dovreste giudicare un libro dalla copertina? Beh, no, ovviamente no! Alcuni libri bellissimi hanno copertine davvero brutte. La copertina, più di ogni altra cosa, è la prima cosa che catturara l'attenzione, ed è davvero importante che sia incisiva, ma non nel modo in cui alcune persone possono pensare.

Detto questo, la maggior parte delle copertine vengono scelte dagli editori senza che accettino suggerimenti dagli autori. Io sono stata fortunata ad avere un editore incredibile, Simon & Schuster, che mi ha chiesto come me la figurassi. Ho risposto "dark e sexy". Queste parole furono poi riferite a Lucy Ruth Cummins, la talentuosissima designer che ha anche disegnato le cover per la saga di "Hush, hush" di Becca Fitzpatrick (che sono talmente tanto belle che pure a mio fratello che odia questo tipo di libri sono piaciute). Dopo aver letto il manoscritto, con occhio sottile, ha scelto alcuni scatti davvero belli per il libro e per il suo continuo, fatti da Heather Landis. Dark e sexy? Direi proprio di sì.
So che le cover non sono proprio rappresentative, ma secondo me fanno il lavoro che devono. Non letteralmente (infatti nei libri non ci sono delle scene in cui Mara e Noah si immergono sott'acqua completamente vestiti), ma metaforicamente, sì.
Nella cover del primo libro, la ragazza non è completamente immersa; parte del suo volto, rimane sopra il velo dell'acqua. Inoltre il ragazzo la sta stringendo, ma lei non si stringe a lui. Nella cover del secondo libro, la ragazza è completamente immersa, ma sempre vicina alla superficie. Il ragazzo invece, sta affondando e stanno entrambi cercando di raggiungersi. Sembra quasi che siano stati divisi.
Secondo me, queste immagini riflettono perfettamente lo stato d'animo che vogliono trasmettere entrambi i libri. Ma la ragione per cui non dirò mai a qualcuno "non hai capito il senso della cover" è che le copertine sono una forma d'arte, e l'arte è soggettiva. Nello stesso modo in cui Mara e Noah appartengono a voi ora che avete letto di loro, anche le cover vi appartengono. Quindi qualsiasi cosa pensate significhino, la significano.

Che ne dite? Io la penso esattamente come lei! È davvero un peccato che non sia stata mantenuta la cover originale (la vede qui sotto).

"Io non sono Mara Dyer" playlist - Prima parte: Mara

E infine eccovi la prima parte della playlist fatta dall'autrice per Io non sono Mara Dyer, la seconda parte - quella relativa a Noah - la troverete nella seconda tappa!
Flagpole sitta Harvery Danger
I don't like the drugs (but the drugs like me) Marilyn Manson
Little talks Of monsters and men
The chemical between us Bush
Ghost and the beast Kelli Schaefer
Misery Soul Asylum
Cumbersome Seven Mary Three
Fell on black days Soundgarden
Sullen girl Fiona Apple
Concrete wall Zee Avi
Show me what I'm looking for Carolina liar
Say hello to heaven Temple of the dog
I know Fiona Apple
Hem me in Amy Seely
Naked as we came Iron and wine
Orange sky Alexi Murdoch
City morgue Kelli Schaefer
Ghost in the machine B. O. B.
This place is a prison The postal service
I'm in here Sia
Disposable teens Marilyn Manson
Head like a hole Nine inch nails

"Io non sono Mara Dyer" Booktrailer #1

E non poteva mancare il book trailer! Che ne pensate? Molto carina l'idea, secondo me, di far raccontare la storia di Mara come se si trattasse della cronaca di un telegiornale!

Per questa prima tappa è tutto! La seconda la troverete domani da Foreigner sul blog Se incontro me stessa! Personalmente, non vedo l'ora di avere il libro e di tuffarmi nella lettura e voi?
Qualcuno di voi non ha letto Chi è Mara Dyer? Per voi abbiamo pensato ad un ebook giveaway! Quindi compilate il form sottostante e buona fortuna :D

a Rafflecopter giveaway

25 commenti:

  1. Che splendida prima tappa. Avete fatto un lavoro enorme e la traduzioni sono meravigliose.
    In effetti sapere la vera storia che sta dietro all'idea del libro è molto interessante. Mi piacerebbe saperne di più. Mi piace molto anche il discorso fatto sulle cover, ed è bello poter conoscere grazie a voi tutti questi particolari che non conoscevamo su questo libro.
    La playlist è spettacolare, mi piace molto... non conoscevo tutte le canzoni, ma alcune le adoravo già, altre sono state una piacevole scoperta.

    Come sai Deni, io non avevo amato in tutto e per tutto il primo libro della serie, ma la curiosità di continuare a leggere la storia dei protagonisti è moltissima, voglio capire come andranno le cose e se potrò sentirmi più coinvolta in questo secondo volume.
    Ancora complimenti per questo bellissimo blogtou *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie tesoro *A*
      Anche a me piacerebbe saperne ancora di più sulla storia dietro al libro! L'ho trovata troppo affascinante :D
      Le canzoni ancora devo sentirle *fischietta con nonchalance* anche se un paio le conosco v.v

      Spero che il secondo libro possa piacerti di più *-*

      Elimina
    2. Allora, ho fatto il form, ma ho un dubbio... mi sa che nei link delle condivisioni è rimasto salvato solo quello del blog e non google+ e twitter :(

      Elimina
    3. Abbiamo controllato e hai ragione, è rimasto solo quello... l'entry la puoi fare una volta al giorno e quindi dovresti tornare nei prossimi giorni e aggiungerle una alla volta se ne hai voglia <3

      Elimina
  2. Ciao, ma che bel lavoro che hai fatto. Forse sarò una delle poche che non conoscevano questa trilogia o l'autrice ma è proprio così, grazie alla tua prima tappa ho ordinato "chi è Mara Dyer" su Ibs:-) E la storia che ha raccontato l'autrice, magari è una pensata pubblicitaria ma mi piace pensare che sia vero,a doro i misteri soprattutto se con un fondo di verità:-)
    Grazie davvero, non mi perderò la seconda tappa. Buona domenica e a presto.
    Sara
    P.s. non capisco questa fissazione di cambiare le cover, sarà tutta questione di diritti, ma quanto più belle sono il più delle volte?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara! Grazie :D
      Sono felice di averti incuriosita al punto che l'hai ordinato :) spero ti piacerà!
      La storia anche io ho pensato a una trovata pubblicitaria... però boh voglio concedere il beneficio del dubbio e pensare sia vero come te :)
      Per le copertine non posso che concordare!
      Buona domenica anche a te e alla prossima :*

      Elimina
  3. Complimenti per il lavoro svolto!!!:D Non vedevo l'ora di iniziare questo speciale...ero sicura mi sarebbe piaciuto tantissimo, come tutte le vostre iniziative, e a quanto pare avevo ragione!!:D
    Interessantissima la storia dietro al libro...è davvero inquietante e particolare!! Io al posto della scrittrice sarei un tantino intimorita probabilmente...e sarei curiosa anch'io di sapere cosa ci fosse in quei pacchi!! E sono pienamente d'accordo per quanto dice riguardo le copertine!! Tra l'altro quelle di questa saga mi piacevano davvero molto e dato che il primo libro è stato pubblicato con la cover originale, speravo la mantenessero anche per i seguiti...davvero un peccato, anche se comunque anche la nuova cover scelta è carina, seppure non suggestiva quanto l'originale!!
    In ogni caso il primo libro mi era piaciuto molto...non vedo l'ora di leggere il seguito!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara :3 sono felice che il post ti sia piaciuto!
      Anche io mi ero illusa che tenessero la cover originale anche per il secondo libro... uff :/

      Elimina
    2. Ops...mi sono accorta ora che il giveaway era per il primo libro!! Ora non so nemmeno più leggere!!-.-" Comunque il libro ce l'ho già....scusami per il disagio!!

      Elimina
    3. Tranquilla non preoccuparti :3

      Elimina
  4. Dire che hai fatto un lavoro coi ficchi è poco. Cmq io odio profondamente la cover del secondo libro, mi ricorda troppo quella di "Se fosse per sempre" della Hudson che è carino, ma sinceramente amo alla follia le cover originali tanto da avere nel pc tutte le fotografie che ho trovato su google. Per quanto riguarda la storia dietro al libro, vero o falsa che sia mi ha incantata e mi piace pensare che cmq ci sia un fondo di verità XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì lo so... è molto simile a quella la cover :/ un peccato!
      Per la storia la penso esattamente come te :D

      Elimina
  5. Questo post è a dir poco favoloso *-* Adoro tutte queste iniziative e devo ammettere, Deni, che fai sempre un lavoro superlativo...brava brava tesoro!
    Devo ancora leggere Chi è Mara Dyer e posso dire che leggere questa prima tappa mi ha messo ancora più voglia di muovermi a leggere questo libro, che tra l'altro ora mi sta fissando e conferma anche Mara che mi devo assolutamente sbrigare.
    E' stato davvero interessante scoprirne qualcosa in più a partire da come nasce l'idea di questo libro e ha dell'inquietante. Grazie per queste traduzioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Giò <3
      Secondo me ti piacerà *-* leggilo, leggilo!

      Elimina
  6. Ho letto Chi è Mara Dyer e mi era piaciuto. E' passato parecchio tempo (o comunque ho letto moltissimi libri dopo), quindi il tuo riassunto è stato più che gradito!
    La storia dell'incontro della scrittrice a New York è davvero inquietante e appassionante. Leggerò il seguito con un brivido in più lungo la schiena.
    Non vedo l'ora di averlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io il primo non lo ricordo troppo chiaramente, però i punti salienti li ho in mente e quindi spero di non perdermi nel continuo :P

      Elimina
  7. Wow, bellissima tappa. Devo dire che non ho ancora avuto il piacere di leggere Chi è Mara Dayer. Già prima di questo blogtour mi incuriosiva ma ora direi che il mio desiderio di leggerlo è arrivato alle stelle *-* La storia che c'è dietro al libro è pazzesca e leggerla mi ha fatto venire la pelle d'oca, motivo in più che mi porta a voler assololutamente leggere questo libro. Per quanto riguarda le cover, preferisco di gran lunga quelle originali *-*
    simy-1988@libero.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì la storia - ammesso che sia tutta vera - è davvero fantastica e da brivido *-*

      Elimina
  8. non ho letto Mara Dwyer e mi è stato fortemente consigliato, anzi quasi comandato di leggerlo, non partecipo a questo giveaway perchè ho già l'ebook. la storia raccontata dall'autrice è molto inquietante però non posso fare a meno di chiedermi dove sia finzione e dov sia realtà! le copertine sono stupende un peccato che la mondadori abbia deciso di cambiarle ma ormai ci siamo abituate!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sperò ti piacerà cara! Anche io ho dei dubbi sulla storia... chissà! Però di curiosità ne mette :P

      Elimina
  9. Assolutamente inquietante!!! Lo sarebbe ancora di pià s fosse tutto vero!! Ma la Hoskin dorme di notte????
    Per le copertine...credo che le CE abbiano voglia di farci impazzire...Tante splendide degli originali ed a noi queste..saranno diritti ma anche ingiustizia verso il lettore!
    dianosky@live.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah io non so se dormirei di notte se fossi al suo posto e fosse tutto vero XD

      Elimina
  10. Ho i brividi. Credo che la Hodkin si diverta a giocarci questi scherzi. Io poi sono molto suggestionabile....Non vedo l'ora di leggere questo nuovo capitolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io :3 dovrebbe arrivarmi a giorni!

      Elimina
  11. Che gran lavorone! Complimenti, davvero.
    Ho letto tutto e Michelle Hodkin mi ricorda un po' Mara stessa, così misteriosa. Quasi criptica. Ho la pelle d'oca per la storia dei pacchi, che per quanto poco sia stata spiegata (ora più che risposte o ancora altre domande che vorrei fare all'autrice) rende tutto anche più... realistico? Chi è Mara Dyer mi ha sempre dato questa sensazione tra il reale ed il paranormale che poi è quello che mi ha fatta innamorare del libro. Quello e Noah, vabbe'.
    Mamma quanto mi manca Noah. ❤❤❤
    Bando ai fangirlismi, seguirò attentamente il blogtour perché oltre alla Hodkin -che ha fatto un gran lavorone per i suoi libri, a partire dalle varie spiegazioni alle playlists- anche voi ragazze siete state grandiose ad organizzare il tutto. ♡
    Sono in trepidante attesa, non vedo l'ora di avere questo benedetto libro tra le mani. AAAARGH.

    p.s. non è nella playlist di Io non sono Mara Dyer -penso faccia parte di quella del primo romanzo- ma la più bella canzone scelta dalla Hodkin è I Will Possess Your Heart dei Death Cab for Cutie. Dura tantissimo e il pezzo clou è verso la metà, ma ogni volta che l'ascolto ho. i. brividi. Quindi la consiglio, se a qualcuno interessasse. :)

    RispondiElimina