venerdì 9 ottobre 2015

The english corner #6 Vicious



The english corner è una rubrica a cadenza casuale di mia ideazione. Ad ogni nuovo appuntamento, vi parlerò di uno o più libri in lingua inglese che hanno attirato la mia attenzione, che si tratti di nuove o vecchie uscite, e condividerò con voi dei contenuti a riguardo.

Buona sera lettori! Come state? Io a breve uscirò per passare la serata in compagnia di amici, ma prima di andare eccomi con un nuovo appuntamento di questa rubrica che adoro. Il libro di cui vi parlo oggi è uscito all'estero già da qualche anno e io l'ho scoperto grazie a Veronica (She was in wonderland) che me ne ha parlato molto bene, arrivando a definirlo una delle sue migliori letture dell'anno. Potevo io, che mi fido un sacco dei suoi gusti, restare indifferente? Ebbene no.



Vicious
V. E. Schwab

Editore Corgi Childrens ● Pagine 288
Rilegato 37,10 € ● Brossura 11,26 € ● Ebook 3,99 €
Attualmente inedito in Italia

Trama: Victor ed Eli erano diventati amici al college, ritrovandosi a condividere la stessa stanza. Entrambi ragazzi brillanti, arroganti e solitari, avevano riconosciuto la stessa ambizione l'uno nell'altro e un interesse condiviso per l'adrenalina, le esperienze vicine alla morte, ed eventi apparentemente sovrannaturali li aveva portati a pensare alla concreta possibilità che qualche individuo, alle giuste condizioni, potesse essere in grado di sviluppare abilità straordinarie. Quando però la loro tesi si era spostata dalla teoria alla pratica sperimentale, le cose erano andate nel modo più sbagliato possibile.
Dieci anni dopo, Victor evade di prigione, determinato a dare la caccia al suo vecchio amico - adesso rivale - con l'aiuto di una giovane ragazza che possiede un'abilità sorprendente. Nel frattempo, Eli è in missione per annientare ogni altra persona con i superpoteri che è in grado di trovare - con la sola eccezione del suo braccio destro, una donna enigmatica con una tenacia d'acciaio.
Armati di poteri terribili su entrambi i fronti, guidati da ricordi di perdita e tradimento, i due nemici hanno deciso di intraprendere la strada della vendetta. Chi dei due riuscirà a uscire vivo alla fine?


Che ne dite? A pelle a me sembra una trama piuttosto strana e inusuale con parecchi spunti originali. Da brava come al solito, vi ho tradotto l'inizio del primo capitolo per farvi avere un'idea dello stile dell'autrice e per farvi anche vedere come inizia la storia:

Victor risistemò i badili sulla sua spalla e fece qualche passo cauto sopra una vecchia tomba mezza affossata. Il suo trench si gonfiava leggermente, accarezzando la cima delle pietre tombali mentre si avviava attraverso il Merit Cemetery, canticchiando sulla via. Il suono lo accompagnava come vento nell'oscurità. Fece rabbrividire Sydney nel suo cappotto troppo grande, con i leggins arcobaleno sugli stivali invernali, mentre arrancava dietro di lui. I due sembravano come fantasmi mentre si muovevano nel cimitero, entrambi biondi e belli al punto da sembrare fratello e sorella, o per lo meno padre e figlia. Non erano nessuna delle due cose, ma la somiglianza tornava utile di cerco dal momento che Victor non poteva dire alla gente che aveva preso la ragazza su una strada battuta dalla pioggia un paio di giorni prima. Lui era appena evaso di prigione. A lei avevano appena sparato. Un intreccio di destini, o almeno così sembrava. Sydney infatti, era l'unica ragione per cui Victor stava iniziando a credere nel destino per la prima volta in vita sua.
Smise di canticchiare, appoggiò con leggerezza la scarpa sopra a una tomba e scrutò nell'oscurità. Non tanto con i suoi occhi, ma più con la sua pelle o forse anche con quella cosa che si era insinuata nel profondo, aggrovigliata col battito del suo cuore. Lui poteva anche aver smesso col ronzio, ma la sensazione non se n'era mai andata, era rimasto un debole brusio elettrico che soltanto lui riusciva a udire e sentire e a decifrare. Quello stesso brusio che lo avvisava quando qualcuno era vicino.
Sydney lo vide accipigliarsi un po'.
"Siamo soli?" gli domandò.
Victor sbattè le palpebre, e la sua fronte si distese, restituendogli quell'espressione di perenne calma che indossava sempre. La sua scarpa scivolò dalla tomba. "Ci siamo soltanto noi e i morti."
Si fecero strada fino al cuore del cimitero, i badili che sbattevano l'un l'altro dolcemente sulla spalla di Victor mentre camminavano. Sydney diede un calcio a una pietra che si era staccata da una delle tombe più vecchie. Riusciva a vedere che c'erano sopra delle lettere, parti di parole, incise su un lato. Avrebbe voluto leggere meglio, ma la pietra era già finita tra le erbacce, e Victor stava continuando a muoversi velocemente tra le tombe. Si mise a correre per raggiungerlo, rischiando di inciampare più volte sopra al terreno ghiacciano prima di arrivare da lui. Si era fermato e stava esaminando una tomba. Era recente, la terra era smossa e c'era sopra un segnale provvisorio che sarebbe stato sostituito non appena la lapide sarebbe stata pronta. Sydney fece rumore, emettendo un piccolo gemito di sconforto che non aveva nulla a che fare col freddo pungente. Victor le restituì lo sguardo e le offrì un debole sorriso.
"Ricaricati, Syd," disse con disinvoltura. "Sarà divertente."
A dire il vero, nemmeno a Victor importava molto delle tombe. Non gli piacevano le persone morte, per lo più perché non aveva nessun effetto su di loro. A Sydney, al contrario, non piacevano le persone morte perché aveva su di loro un effetto marcato.

Wow. Non so a voi che effetto ha fatto questo incipit, ma a me è piaciuto un sacco. L'ho trovato molto intrigante. Lo stile della Schwab mi ha piacevolmente colpita e poi si entra subito nel vivo e l'atmosfera è davvero ammaliante, tant'è che non volevo più smettere di leggere.
Cercando altro materiale per concludere il post ho scoperto anche che esiste questo fantastico booktrailer - che svela anche altri aspetti interessanti non presenti nella trama - che mi ha messo ancora più voglia di continuare la lettura. Meno male che questa mattina ho ordinato il libro, spero arrivi presto!


Voi cosa ne pensate? Vi ispira? Personalmente ammetto che all'inizio ero scettica, ma l'entusiasmo di Veronica e questo inizio così promettente mi hanno fatto assolutamente cambiare idea. Fatemi sapere, buon fine settimana e alla prossima!

6 commenti:

  1. Mi ispira da morire, lo voglio!! *-* dritto in wish!! mi avete contagiato con questo entusiasmo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava! Io non vedo l'ora che arrivi *^*

      Elimina
  2. Quanto ho amato questo libro, stupendo!Sicuramente il mio preferito della Schwab (finora xD)!
    Spero ti piaccia ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Insomma è piaciuto sia a te che a Veronica, a me non può non piacere a sto punto *^*

      Elimina
  3. É inutile opporsi, ormai mi sono rassegnato: tutte le volte che leggo questa tua rubrica aggiungo libri alla Wish List XD La trama mi ha subito colpito per l'originalità e credo che l'incipit parli da solo. Non posso che leggerlo! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah bene Francesco, mi fai sentire meno sola :P non vedo l'ora che mi arrivi *^*

      Elimina