lunedì 7 marzo 2016

Short stories #1 Benvenuti in Accademia | Un cuore per un cuore

Short stories - storie brevi - è una rubrica ideata da me allo scopo di condividere, ad ogni appuntamento, una manciata di righe con il mio pensiero riguardo alle novelle, alle graphic novels, ai fumetti o ai romanzi brevi che leggo.

Buongiorno lettori e buon inizio settimana! È da un pezzo che voglio inaugurare questa rubrica, ma tra una cosa e l'altra e il poco tempo a disposizione sto riuscendo a farlo soltanto adesso. In realtà non si tratta di niente di particolarmente innovativo o speciale, lo avrete capito. Ogni tanto, specialmente nell'ultimo periodo, mi capita di spezzare la lettura tra un romanzo e l'altro, con la lettura di alcune novelle. Alcune fanno parte di serie che già ho letto e conosco, come una di quelle di cui vi parlo oggi, altre invece no.
Ogni volta che mi imbattevo in una novella in passato, pensavo sempre che sarebbe stato carino condividere con voi i miei pensieri a riguardo, ma ovviamente, trattandosi per l'appunto di storie brevi, scrivere recensioni della solita lunghezza particolarmente strutturate per me era un po' un problema, per cui alla fine ho deciso di ingegnarmi e di sfornare questa rubrica. Ad ogni appuntamento vi parlerò di due novelle (o romanzi brevi) che ho letto, cercando di esprimere il mio pensiero completo in poche righe.

Oggi, per iniziare, vi parlo di Un cuore per un cuore di Ornella Calcagnile, prima della serie ONCE UPON A STEAM e di Benvenuti in Accademia, prima della serie Le cronache dell'accademia Shadowhunters! Attenzione agli SPOILER su Città del fuoco celeste per chi non ha ancora concluso la lettura delle serie THE MORTAL INSTRUMENTS.



Un cuore per un cuore
Ornella Calcagnile

Editore Dunwich ● Pagine 63 ● Prezzo 0,99 €
Serie Once upon a steam #1 #2 #3 #4

Trama: A Steamwood, nel piccolo regno di Enchanted Forest, Biancaneve e il suo principe hanno conseguito il tanto meritato lieto fine dando persino alla luce una bambina, riflesso della madre: Biancabrina. Una felicità raggiunta a discapito però della “povera” Grimilde che, sopravvissuta, si è nascosta nella cittadina di Steamgrow e ha ordito una tremenda vendetta a danno della figliastra, lanciando nel momento più opportuno una maledizione sul regno, un sortilegio a cui, per sua sfortuna, Biancabrina è riuscita a sottrarsi. Tra elementi della fiaba classica e quelli innovativi dello steampunk, una nuova improbabile principessa tenterà di riconquistare il regno che le spetta di diritto e apporre la parola fine sulla sua “nonnastra”. Nell’impresa non sarà sola, ma accompagnata dal fidato amico Dopey e i suoi mecha-nani. Biancabrina riuscirà a guadagnarsi il lieto fine e portare a compimento la sua vendetta o sarà ostacolata dalle creature di Steamwood e dal Narratante, sommo signore di quelle terre?

Ho deciso di iniziare a leggere queste novelle firmate Dunwich Edizioni perché, anche se non ne leggo troppo spesso, adoro i retelling e, l'idea di trovarmi di fronte a un'intera raccolta di racconti che rivisitano fiabe in chiave steampunk, mi è subito piaciuta da matti.
Un cuore per un cuore è la prima delle quattro novelle che sono state rilasciate fin ora e racconta la storia di Biancabrina, figlia ormai adolescente di Biancaneve e del suo principe, ormai divenuti re e regina e a capo di un regno.
La routine della noiosa vita di Biancabrina viene interrotta il giorno in cui, uno straniero proveniente da un regno vicino, porta in omaggio ai sovrani un forziere. Un forziere in realtà inviato dalla matrigna di Bianceneve - che è sopravvissuta e si è rifugiata altrove, covando la sua vendetta - che contiene una maledizione e non appena viene aperto, tutti coloro puri di cuore si ritrovano improvvisamente a invecchiare e ad avvizzire a vista d'occhio. Tutti tranne Biancabrina, che si è sempre sentita fuori posto e molto lontana dall'essere incondizionatamente di buon cuore come i genitori. Biancabrina fuggirà per non farsi acciuffare dallo straniero inviato dalla matrigna e cercherà, insieme al nano Dopey, suo unico vero amico, di trovare una soluzione per restituire il regno ai legittimi sovrani.
Ho molto apprezzato la scrittura della Calcagnile e ho adorato l'atmosfera steampunk da lei creata. I mecha-nani, i vapori e gli estrattori di vapore, come tutte le minuziose descrizioni relative, mi hanno affascinata un sacco e hanno regalato alla novella una gran valore aggiunto. La storia nel suo complesso, avrei preferito se fosse stata più lunga e meglio sviluppata, ma in fin dei conti sempre di una novella si tratta, dunque mi ritengo abbastanza soddisfatta.
In ogni caso Un cuore per un cuore si è rivelata una lettura molto piacevole e piena di magia, o forse dovrei dire piena di vapore? Se siete amanti dei retelling e vi va di spezzare il ritmo tra un romanzo e l'altro con una lettura leggera e non troppo impegnativa, ve la consiglio.




Benvenuti in accademia
Cassandra Clare & Sarah Rees Brennan

Editore Mondadori ● Pagine 44 ● Prezzo 2,99 €
Serie Le cronache dell'accademia Shadowhunters
#1 #2 #3 #4 #5 #6 #7 #8 #9 #10

Trama: Simon Lewis non avrebbe mai pensato di diventare uno Shadowhunter e invece è arrivata la sua grande occasione. Il suo addestramento in Accademia ha inizio qui...

Alla fine di Città del fuoco celeste, l'ultimo romanzo della serie The mortal instruments, avevamo lasciato Simon alle prese con la sua ritrovata umanità e con dei vuoti di memoria.
Ve lo dico col cuore e da grande amante di questa serie, a essere sincera ero rimasta piuttosto delusa dallo stratagemma ideato dalla Clare per far tornare Simon umano. E come se non fosse stato abbastanza, al termine del romanzo, aveva iniziato anche a recuperare alcuni ricordi. Insomma Città del fuoco celeste mi aveva lasciato un po' con l'amaro in bocca. Tutti felici e contenti, Simon che magicamente aveva avuto la nuova possibilità di diventare uno Shadowhunter, eccetera, eccetera. Un gran bel lieto fine per tutti. Un lieto fine deludente però, almeno per quanto mi riguarda.
Quando mi è stato proposto di leggere questa novella per una sfida di lettura a cui partecipo ho deciso di cogliere l'occasione. Non mi aspettavo niente di eccezionale, ma tutto sommato si è rivelata una lettura abbastanza piacevole.
Vedere Simon più da vicino ed entrare in qualche modo più a fondo nella sua testa, ha completato quel finale che sembrava fin troppo lieto. Simon non ricorda più nulla del vecchio se stesso, lo considera quasi un estraneo. Tutti lo trattano come se fosse un eroe, ma lui si sente a disagio nei suoi stessi panni. Vorrebbe tornare a essere ciò che era, vorrebbe non leggere la delusione nello sguardo di Clary e di Izzy ogni volta che lo guardano, ma allo stesso tempo sa che il vecchio Simon non tornerà più. Ho dunque molto apprezzato questa introspezione del personaggio.
L'Accademia Shadowhunter invece di per sé mi ha lasciato abbastanza indifferente. Non mi aspettavo niente di memorabile, è vero, ma nemmeno una costruzione in rovina e lasciata a se stessa. Anche la trama mi ha lasciato piuttosto indifferente, ma sono comunque curiosa di vedere come proseguirà la vicenda nelle altre novelle.


Che ne pensate di queste due novelle? Le conoscevate? Non vi ispira da morire la serie ONCE UPON A STEAM? Fatemi sapere e magari ditemi anche se gradite questa nuova piccola rubrica. Buona giornata, alla prossima!

10 commenti:

  1. Non conoscevo la serie Once Upon A Steam e ora che me l'hai fatta conoscere devo assolutamente procurarmela.
    Per le cronache dell'accademia, la penso proprio come te, e come per le cronache di Magnus Bane ha i suoi alti e bassi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son contenta di avertela fatta conoscere allora :D spero le novelle possano piacerti! Io non vedo l'ora di avere il tempo di leggere le altre :3

      Elimina
  2. Rubrica davvero interessante.
    La serie sembra davvero particolare e originale, è finita subito nella mia wishlist

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieee ^.^ son contenta di averti incuriosita!

      Elimina
  3. Un cuore per un cuore mi è piaciuto molto e voglio continuare al più presto la serie. Benvenuti in accademia devo proprio iniziarlo invece u.u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io non vedo l'ora di continuare la serie :3 leggere queste novelline è anche un buon metodo per conoscere la scrittura di queste autrici!

      Elimina
  4. A me Le Cronache dell'Accademia hanno deluso un sacco ._. mi sono piaciute solo le ultime tranne l'ultima, che è stata uno scempio. Purtroppo dalla fine di COHF non mi trovo a condividere determinate scelte della Clare. .__.
    L'altro racconto l'ho visto spesso in giro, ma non mi sono mai interessata in realtà. XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh bene v.v allora probabilmente anche io troverò le novelle tutte un po' meh :/ di solito andiamo abbastanza d'accordo io e te a livello di gusti v.v
      Per quanto riguarda le altre novelle, credo proprio che potrebbero piacerti! Facci un pensierino :3

      Elimina
  5. una volta non leggevo volentieri le novelle ma ultimamente mi piace molto e anche io le alterno a letture più corpose. La serie ONCE UPON A STEAM è un po' che la guardo, vorrei iniziarla.

    RispondiElimina
  6. Che carina che è venuta questa rubrica, Deni! Questa raccolta di novelle steampunk, ONCE UPON A STEAM, mi incuriosisce sempre di più, la inizierò sicuramente. Chissà di chi sarà la colpa per questa nuova aggiunta alla wishlist?! XD.. Le novelle de LE CRONACHE DELL'ACCADEMIA SHADOWHUNTERS non posso ancora iniziarle perché devo finire la serie TMI, ma ad essere sincera non so nemmeno se le inizierò perché ho sentito diversi pareri negativi in giri e non voglio rimanere delusa pure io :(

    RispondiElimina