lunedì 20 maggio 2013

Recensione "Cuori di carta" di Elisa Puricelli Guerra

Buon pomeriggio! Ieri ho terminato Cuori di carta di Elisa Puricelli Guerra, una lettura che non era affatto in programma, ma che - grazie a Sonia che me l'ha consigliata - si è rivelata una bella scoperta!



Cuori di carta
di Elisa Puricelli Guerra

Editore: Einaudi Ragazzi
Prezzo: 10,00 €
Pagine: 212

Trama: Tutto inizia con un messaggio lasciato dentro un libro da una ragazza. Un compagno di scuola lo trova e i due cominciano a scriversi senza incontrarsi mai. Non si firmano neppure con i loro veri nomi, ma come Una e Dan, i protagonisti del libro. Anche se non si riconoscono, forse si vedono tutti i giorni. È Una la rossa che sorride come se si fosse appena ricordata qualcosa di buffo? È Dan il biondino con gli occhi verdi da gatto che vedono dentro le persone? I due ragazzi cercano di scoprirsi attraverso quello che si scrivono, si punzecchiano, flirtano, e si rivelano uno all'altra come forse non sarebbero mai riusciti a fare di persona. A poco a poco, però, dalle loro parole emerge una realtà sempre pili strana e inquietante. Dove si trovano davvero Dan e Una? Che posto è l'Istituto che frequentano insieme a migliaia di altri ragazzi? Si tratta di un collegio? Di una scuola speciale? Di un riformatorio? E perché tutti i giorni devono prendere una medicina che cancella i loro ricordi? Dan e Una continuano a scriversi e a registrare tutto, finché la realtà, più cruda e feroce di qualsiasi storia nei libri, irrompe nelle loro vite e li costringe a uscire allo scoperto.

Recensione
I protagonisti di questa storia molto particolare, sono due ragazzini. Vivono all'interno di un Istituto isolato che tratta i traumi adolescenziali in un nuovo modo innovativo e particolare. Spinta dalla noia, lei lascia un messaggio dentro a un libro che in biblioteca non prende mai nessuno, Puck il folletto e con sua grande sorpresa dopo qualche giorno riceve risposta da lui. Per mantenere l'anonimato e il mistero riguardo alle loro identità, i due usano come pseudonimi i nomi dei protagonisti del libro in questione, Dan e Una.

Iniziano a scriversi parlando in principio solo del più e del meno, ma ben presto fanno amicizia e iniziano a piacersi. Dan le racconta le avventure che ha con i suoi compagni di stanza, nonché amici, da lui ribattezzati "moschettieri". Una gli dice delle sue giornate che passano tra la lettura e il nuoto.

Tutto sembra abbastanza nella norma finché non viene approfondito il motivo per cui i ragazzi sono all'Istituto. In quel luogo infatti, grazie alla Medicina - una pasticca che prendono ogni sera - i ragazzi vengono spinti a dimenticare cose brutte successe nel loro passato, in modo da poter tornare felici alle loro vite.
Più tempo passa e più Dan e Una si rendono però conto di non volersi dimenticare a vicenda una volta terminata la cura. In più, nell'Istituto girano strane voci su un luogo chiamato il Deposito, ed entrambi muoiono dalla voglia di sapere cosa si nasconde lì dentro. Non sanno che ad aspettarli c'è un triste segreto che cambierà ogni cosa.

Il libro l'ho trovato davvero carino e molto scorrevole. Si tratta di un romanzo epistolare, quindi per l'intera durata della lettura tutto quello di cui veniamo a conoscenza, lo apprendiamo attraverso le lettere che si scambiano Una e Dan. Due personaggi dolci e indimenticabili con delle vite altrettanto particolari.
Nonostante la storia sia destinata ad un pubblico di giovanissimi, mi è genuinamente piaciuta nella sua semplicità e ho adorato il messaggio che l'autrice, con la sua brillante idea, ha voluto trasmettere al lettore.

Consigliato a chi ha voglia di qualcosa di leggero e rilassante, che però spinge comunque a riflettere e pensare.



I romanzi di Elisa Puricelli Guerra
  • Cuore nero, 2011
  • Cuori di carta, 2012

19 commenti:

  1. Bella recensione! Non lo conoscevo, ma lo aggiungo subito alla Wishlist ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere! È davvero carino, te lo consiglio ;)

      Elimina
  2. E' in lista da parecchio solo che in libreria non mi è mai capitato di vederlo mmmmh vedremo ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si effettivamente, non l'ho mai visto nemmeno io in libreria... ma forse è tra le cose per i più piccoli - per ragazzini - o.O boh!

      Elimina
  3. Non conoscevo questo libro ma sembra davvero carino, lo metto in lista perché è da un po' che voglio leggere anche Cuore Nero ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io vorrei leggere quello :D ne ho sentito parlare molto bene!

      Elimina
  4. Non lo conocevo, sembra interessante *-*
    Non c'entra niente, ma la copertina è adorabile ^-^

    RispondiElimina
  5. Diciamo che i romanzi epistolari non sono il mio genere, però questo mi sembra molto carino. Aggiungo anche io alla mia infinita lista!!

    RispondiElimina
  6. Deve essere veramente splendido! Amo le lettere (corrispondo) e quindi un romanzo epistolare mi elettrizza! Poi la trama è particolarissima e mi sembra deliziosa....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti piacciono i romanzi epistolari allora ti piacerà di sicuro :D

      Elimina
  7. Non ho mai letto un romanzo epistolare ma da qualche parte dovrò pur iniziare no? =D Come ti dicevo l'altro giorno la trama mi è così piaciuta che l'ho inserito subito in lista e leggere la tua recensione non ha fatto altro che confermare la mia scelta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io prima di questo di epistolare avevo letto Noi siamo infinito (Ragazzo da parete) e avevo adorato anche quello! Poi sicuramente durante la scuola ne ho letti altri che non ricordo XD
      Comunque poi quando lo leggi se ti ricordi fammi sapere se ti piace ;)

      Elimina
    2. "Noi siamo infinito" ce l'ho, è tra (la montagna di) i libri in attesa di essere letti. Prima o poi ce la farò a smaltirla, anche se aumenta a vista d'occhio XD
      Comunque quando riuscirò a procurarmelo e a leggerlo te lo dirò certamente! ;)

      Elimina
  8. Mi hai fatto venire voglia di leggerlo ;)
    Spero di trovarlo così da leggerlo subito =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh grazie! Spero ti piacerà allora *-*

      Elimina
  9. Se non l'avessi recensito tu non gli avrei dato nemmeno un'occhiata!!!! Questo, quello di Alex Woods e Inferno... *corre a segnare tutto*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? Ma grazie :D non sai quanto mi faccia piacere! Spero ti innamorerai di tutti e tre u.u

      Elimina