lunedì 24 giugno 2013

Recensione "Non lasciarmi andare" di Jessica Sorensen

Buondì! Un altro lunedì è arrivato e spero proprio che arrivi anche il postino con i miei pacchi! Dopo averne sentito parlare per un bel pezzo in un modo o nell'altro, mi sono decisa anche io ad approcciarmi al genere New adult e per l'occasione ho scelto Non lasciarmi andare di Jessica Sorensen. L'ho letto praticamente in un giorno e a lettura ultimata sono abbastanza soddisfatta!



Non lasciarmi andare
di Jessica Sorensen

Titolo originale: The secret of Ella and Micha
Editore: Newton Compton
Prezzo: 9,90 €
Pagine: 272

Trama: Ella e Micha si conoscono da quando erano bambini, sono cresciuti insieme e sotto gli occhi l’uno dell’altra sono diventati un uomo e una donna. Finché una tragica notte di otto mesi fa è accaduto qualcosa di irreversibile, ed Ella ha deciso di scappare all’università e lasciarsi tutto alle spalle. E così, da giovane ribelle e senza limiti, ha deciso di diventare una ragazza perbene, una di quelle che eseguono gli ordini senza discutere e tengono i sentimenti sottochiave. Ma sono arrivate le vacanze estive e l’unico posto dove tornare è casa sua. Ella trema all’idea che tutto lo sforzo che ha fatto per mettere a tacere i suoi impulsi più veri e seppellire i suoi bollenti spiriti sia stato vano. Con Micha nel raggio di pochi metri si sente davvero vulnerabile. Lui è sexy, intelligente e sicuro di sé, conosce di Ella anche i segreti più oscuri e inconfessabili e ha deciso che farà qualunque cosa sia necessaria per averla. E così l’eccitazione, le parole e gli occhi magnetici di Micha scateneranno nella ingenua e inesperta Ella sensazioni mai provate prima, istinti difficili da frenare….


Recensione
Ella e Micha sono amici da quand'erano bambini. Sono cresciuti insieme e si conoscono talmente bene da intendersi sempre e comunque. Nessuno dei due ha avuto una vita facile. Il padre di Micha ha abbandonato la famiglia quando lui aveva soltanto sei anni senza farsi più vivo. Il padre di Ella ha problemi con l'alcool e sua madre soffre del disturbo bipolare.

Ella e Micha sono sempre riusciti a farcela nonostante tutto, appoggiandosi l'uno all'altra, ma le cose degenerano quando la madre di Ella si toglie la vita e lei sente il bisogno di staccare la spina. Ella infatti, parte. Sparisce per otto mesi rifugiandosi in un college a studiare e a cercare di diventare una persona diversa.

Quando Ella torna finalmente a casa, ad aspettarla c'è Micha, che è come se fosse rimasto sospeso e bloccato tutto quel tempo, a cercarla, a sentire la sua mancanza, ad aspettare il suo ritorno. Ella però ha fatto tanto per cambiare e ha paura dei sentimenti che la legano a Micha, ha timore di farsi guardare dentro da lui, in più non ha ancora fatto i conti con quanto successo a sua madre ed è incredibilmente fragile. Le ci vorrà del tempo per capire che Micha è lì proprio per lei, che c'è sempre stato per sostenerla e sempre ci sarà.

Ho davvero apprezzato la lettura di Non lasciarmi andare. L'autrice alterna il punto di vista di Ella a quello di Micha in ogni capitolo e ci accompagna nelle loro vite, tenendoci per mano e facendoci assaporare i loro sentimenti, il loro legame e i loro problemi. La storia gira attorno al loro rapporto, lo esplora, ma è anche qualcosa di più.
Il libro mi è piaciuto nella sua scorrevolezza e con quella particolare atmosfera che pregna tutte le pagine. Avrei solo forse preferito un po' più di introspezione dei personaggi, non che non ci sia stata, ma mi sarebbe piaciuto fosse stata un po' più profonda, che avesse avuto ancora più importanza, vista anche la delicatezza di alcuni argomenti trattati.

Di sicuro questo libro è stato per me un ottimo approccio a questo genere che ultimamente sembra dilagare. Lo consiglio senz'altro ai lettori a cui piacciono le storie d'amore tristi e romantiche.



The secret di Jessica Sorensen
  1. Non lasciarmi andare, 2013 (The secret of Ella and Micha, 2012)
  2. Inedito (The forever of Ella and Micha, 2013)
  3. Inedito (The temptation of Lila and Ethan, 2013)

18 commenti:

  1. Solo a me non è piaciuto mi sa :( eh vabbè capita dai!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma LOL *le fa le coccole*
      A me è piaciucchiato... non l'ho trovato malaccio! Non è il libro dell'anno, ma si legge bene secondo me :)

      Elimina
  2. 3 stelle e mezzo non mi bastano per comprarlo..! Anche una mia amica l'ha letto e la pensa come te! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere *A*
      A me l'ha inviato la CE, quindi non ho speso niente :)

      Elimina
  3. Idem, 3,5 anch'io e considera che per me è il migliore young adult che ho letto xD
    Il punto forte di questo libro è la chimica tra i due personaggi, ma tutto il resto è troppo abbozzato, per esempio del vecchio malato - che è stato quasi un padre per Micha - si sa davvero poco, quasi niente, e questa, come altre cose, mi hanno lasciato un senso di incompletezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, infatti gli si da una certa importanza al vecchio, ma poi viene a malapena accennato e non sappiamo niente di lui!
      Concordo con te comunque :D

      Elimina
  4. Sono contenta ti sia piaciucchiato, tra quelli che ho letto fin'ora è il new adult migliore. Il doppio POV mi è piaciuto da morire, solitamente le autrici furbette fanno il primo libro dal punto di vista femminile per riscriverlo poi dal punto di vista maschile e spacciarlo per seguito :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah anche io ho apprezzato i punti di vista di entrambi :)
      Comunque non sei la sola che dice che è il NA più bello che ha letto! A sto punto gli altri faccio prima a non leggerli se sono peggio o.O

      Elimina
  5. A me questi new adult che vanno tanto di moda ora non vanno proprio giù, ma non ne ho letto ancora nessuno. Se devo iniziare dal meno peggio penso che proverò con questo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì a quanto pare questo libro ha messo d'accordo molte a cui altri titoli del genere non piacevano :)

      Elimina
  6. c'mon a me non piacciono le storie tristi, finiscono per diventare una fontana con i fazzoletti accanto, gli occhi gonfi e rossi e un musetto da cane bastonato ahah
    btw credo proprio che leggerò questo romanzo per potermi addentrare anch'io nel NA che come dici tu si sta diffondendo, ci sta circondando!
    di questo libro mi piace l'alternanza dei punti di vista che ho iniziato ad apprezzare circa cinque mesi fa con "across the universe" (che devi devi devi devi leggere!) c:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah non è così triste dai :D
      Cioè una componente drammatica c'è, ma riguardo un avvenimento successo in passato e che segna la protagonista ^^

      Across the universe mi aspetta nello scaffale *-*

      Elimina
  7. Non ho ancora letto nulla del genere New Adult, perlomeno non quest'anno! "Non lasciarmi andare" mi ispira tantissimo, non vedo l'ora di leggerlo!! :)
    Ah, hai scritto Sophie Jordan al posto di Jessica Sorensen sopra le stelline ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ops XD grazie per la segnalazione <3
      Comunque te lo consiglio, l'ho trovato molto carino :)

      Elimina
  8. Io non mi sono ancora decisa ad avvicinarmi ai romanzi new adult anche se in questo periodo se ne parla ovunque! Dovrò leggere qualcosa almeno per farmi un'idea sul genere! Prenderò in considerazione questo romanzo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì secondo me è un buon punto di partenza :)

      Elimina
  9. Ne sento parlare ovunque e anche la cartoleria/libreria del mio paese sta facendo una pubblicità assurda a questo libro, eppure non è finora riuscito a convincermi davvero. Non credo che lo leggerò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari per deciderti consulta qualche altra recensione non so :)

      Elimina