venerdì 18 settembre 2015

The english corner #5 The accident season



The english corner è una rubrica a cadenza casuale di mia ideazione. Ad ogni nuovo appuntamento, vi parlerò di uno o più libri in lingua inglese che hanno attirato la mia attenzione, che si tratti di nuove o vecchie uscite, e condividerò con voi dei contenuti a riguardo.

Buongiorno lettori! Come state? Oggi a posto di una delle solite recensioni ho pensato di proporvi un nuovo appuntamento con questa rubrica che mi piace tanto (e spero piaccia anche a voi). Il libro di cui vi parlerò è arrivato a me un po' per caso. Su Facebook seguo la pagina della Penguin e mi è capitato di ritrovarmi in timeline il book trailer e ne sono rimasta terribilmente affascinata (tant'è che ieri sera l'ho ordinato) e dunque ho pensato di mettere la pulce nell'orecchio anche a voi!



The accident season
di Moïra Fowley-Doyle

Inedito in Italia!
Editore: Corgi Childrens
Prezzo: 10,19 €
Pagine: 288

Trama: È la stagione degli incidenti, la stessa ogni anno. Le osse si rompono, le lacrime vengono versate, compaiono i lividi.
La stagione degli incidenti ha sempre fatto parte della vita della diciassettenne Cara da quando lei riesce ad averne memoria. Verso la fine di ottobre, preannunciata dalla morte di un sacco di parenti che li hanno preceduti, la famiglia di Cara diventa all'improvviso particolarmente incline agli incidenti. Chiudono a chiave i coltelli nei cassetti, rivestono di tessuto gli angoli acuminati dei tavoli, tolgono la spina agli elettrodomestici - ma la sfortuna li segue ovunque vadano, e la stagione degli incidenti diventa sempre più un'ossessione e una paura. Ma perché sembra che Cara e i suoi familiari siano stati a tutti gli effetti maledetti? Come possono rimediare?


Che ne dite? Non so voi cosa ne pensate, ma io a-d-o-r-o la premessa! Mi piacciono un sacco queste trame così, strane e un po' tetre. Come al solito ho pensato di tradurvi l'incipit, ma al posto del prologo - che era contortissimo e in cui non si capiva nulla - vi ho tradotto l'inizio del primo capitolo:

Elsie è in tutte le fotografie. Ho esaminato tutte quelle che sono state fatte a me e alla mia famiglia in questi diciassette anni e lei è in ognuna.
Me ne sono accorta soltanto la scorsa notte, mentre scaricavo dal cellulare le foto fatte negli ultimi sei mesi. È nello spogliatoio a ora di pranzo. Si intravede in ogni angolo nelle gite scolastiche. È presente ad ogni recita. All'inizio ho pensato: Che coincidenza, Elsie è in tutte le mie foto. Dopo, seguendo un'intuizione, ho guardato il resto delle foto nel mio computer. E anche quelle conservate nei miei diari. E negli album di famiglia. Elsie compare in tutte quante. Dà la schiena alla fotocamera alle feste di compleanno. Nelle foto delle vacanze cammina lungo la costa. Un suo riflesso compare persino nelle finestre e negli specchi se ingrandisco gli sfondi delle foto fatte a casa: un gomito qua, un'anca là, una ciocca dei suoi capelli.
Si tratta davvero soltanto di una coincidenza?
Elsie non è mia amica. Elsie non è amica di nessuno in realtà. È soltanto una ragazza che ti parla troppo piano e ti sta troppo vicino, una ragazza di cui ero amica quando avevo otto anni e mio padre era appena morto, ma che ho lasciato indietro insieme alle vecchie bambole e alle tazzine da tè e alle altre reliquie d'infanzia.
Come esempio, ho preso ben settantadue foto scattate negli ultimi anni da mostrare a Bea prima che inizino le lezioni. Voglio chiederle se anche lei pensa che ci sia qualcosa di davvero strano o se il mondo è davvero talmente piccolo che qualcuno può effettivamente comparire in tutte le foto di un'altra persona.
Non ho ancora mostrato le foto a Sam. Non so perché.
Nelle vecchie foto, casa mia sembra uscita da un cartone animato: niente macchina nel vialetto, tende colorate con un motivo a clessidra alle finestre, una nuvola di fumo attaccata al camino come zucchero filato o cotone idrofilo. In una c'è una piccola me di sette anni che gioca con Alice sulla strada di fronte. E lì, nell'angolo dell'inquadratura, una gamba, l'orlo di una gonna di tartan e il tacco di quel tipo di scarpe comode che Elsie indossa sempre.

Personalmente non vedo l'ora di sapere perché questa tizia è in tutte le foto. Non è venuta un po' voglia di scoprirlo anche a voi? Da quel poco che ho visto poi, l'inglese della Fowley-Doyle sembra scorrevole e abbastanza semplice, molto invitante.
Ed ecco infine anche il famoso booktrailer di cui vi parlavo all'inizio. Non è pieno di chissà quali effetti speciali o roba simile, eppure in quelle poche frasi, mi ha colpita un sacco!


Tirando un po' le somme, cosa ne pensate? Vi ispira? Io non vedo l'ora che mi arrivi, spero di riuscire a leggerlo presto. Fatemi sapere e alla prossima!

18 commenti:

  1. Sembra interessantissimo!
    Peccato ancora non sia capace a leggere un libro in lingua, ma intanto lo segno. :D
    Anche io sono un amante del tetro e del macabro, quando lo dico a qualcuno, rimane sconvolto! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che ci vuoi fare, non capiscono u.u io adoro quando in un libro, in un film o in un telefilm c'è quell'atmosfera tetra particolare *^* mi piace da matti!
      Comunque devi assolutamente iniziare a leggere in lingua u.u

      Elimina
  2. E' un libro da leggere, se non altro per lo stile dell'autrice. Il racconto tocca temi un pò particolari, non è adatto proprio a tutti. Ma ne vale la pena. Una lettura degna di nota :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Helena, mi hai incuriosita ancora di più *^*

      Elimina
  3. A me ispira tantissimo questo romanzo, fin da quando ne ho sentito parlare per la prima volta*-* Sono contenta di leggere che l'hai ordinato, così da avere un parere poi. Speriamo sia davvero un bel libro all'altezza delle aspettative *fingers crossed*.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci spero proprio :D di solito quando c'è un'attrazione così forte verso un romanzo va sempre in due modi: o fa schifo, o è memorabile v.v spero tanto non faccia schifo, ma qualcosa mi dice che lo adorerò *^*

      Elimina
  4. Ciao Denise! Proprio l'altro giorno sentivo parlare di questo libro da alcuni Booktuber americani e anche io mi sono innamorata della premessa! Ho deciso che lo leggerò nel periodo di Halloween perché una di loro che lo ha letto in anteprima ha detto che le è piaciuto molto e che quello sarebbe il periodo perfetto per questo tipo di lettura.
    p.s.: la nuova grafica è adorabile *-* Essendo stata lontana dalla blogosfera per un po', non l'avevo ancora vista..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giada e bentornata nella blogosfera :D
      Io non vedo l'ora di averlo tra le mani *^* ho voglia di leggerlo subito, però non escludo di poter cambiare idea, capita spesso v.v

      Elimina
  5. La trama è inquietante e io adoro questo genere di storie, me lo segno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho un debole vero e proprio per storie come questa! Speriamo non deluda le mie aspettative :)

      Elimina
  6. Anche a me ha interessato tantissimo *-* Molto originale e intrigante sembra. Lo aggiungo subito in wishlist! ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande :3 speriamo sia bello come sembra!

      Elimina
  7. Anche a me ispira moltissimo!L'ho scoperto qualche settimana fa, ma voglio assolutamente leggerlo!Stupendo l'estratto *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì l'estratto è già super-intrigante :D non ti dico il prologo di cui però non si capiva gran che o.ò immagino sia uno di quegli inizi che comprendi solo alla fine :P ma sembrava molto promettente!

      Elimina
  8. Come ti ho detto: creeeeeeeeeeeeeeeeepy. :O
    Poi devi dirmi com'è (sì, intendo essere spoilerata, grazie ☀).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gnò, non ti voglio spoilerare v.v a meno che non faccia schifo, in quel caso ti spoilero volentieri :D ma spero proprio di no!

      Elimina
  9. Nooo, ma che libro fantastico! Mi ispira troppo! *o*
    Il booktrailer è il top, mi è già venuta voglia di leggerlo. Appena posso, lo ordino online. xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Francesco :D a me è già arrivato, spero di riuscire a leggerlo presto!

      Elimina