martedì 26 giugno 2012

Recensione in anteprima "Anna vestita di sangue" di Kendare Blake

Purtroppo sono di nuovo qui con questa nuova recensione in anteprima di Anna vestita di sangue! Perché parlo in questo tono sofferente? Beh, semplice... certi libri vorrei che non finissero mai! Purtroppo però finisco sempre troppo presto, chissà quanto tempo passerà prima che possa avere il continuo tra le mani!
Comunque il libro mi è stato gentilmente inviato dalla casa editrice, che ringrazio tantissimo! Sarà disponibile in tutte le librerie a partire dal 28 Giugno.

Titolo: Anna vestita di sangue
Originale: Anna dressed in blood
Autore: Kendare Blake
Editore: Newton Compton (Vertigo)
Prezzo: 12,90 €
Pagine: 282





Trama: Cas Lowood ha ereditato una strana vocazione: uccidere i morti... Suo padre lo faceva prima di essere ucciso dal fantasma che stava cercando di annientare. E ora Cas, armato del misterioso pugnale athame, continua la missione: viaggia di città in città insieme alla madre, una strega, e al suo gatto fiuta-fantasmi, alla ricerca di spiriti malvagi. Quando arrivano a Thunder Bay per eliminare quella che la gente del posto chiama “Anna vestita di sangue”, Cas non si aspetta nulla di diverso dal solito. Si trova invece di fronte a una ragazzina posseduta dalla rabbia e vittima di maledizioni, uno spirito diverso da quelli che è abituato a distruggere. Indossa ancora il vestito che aveva quando fu assassinata, nel 1958. Dal giorno della sua morte, Anna uccide chiunque osi entrare nella dimora vittoriana vecchia e cadente in cui un tempo viveva. Gli spiriti delle sue vittime penetrano il legno marcio delle pareti, strisciano sul pavimento ammuffito e viscido delle cantine, senza trovare pace… Per qualche strano motivo però, Anna non uccide Cas. Anzi, si rivela l’unica in grado di aiutarlo a trovare il fantasma maligno che lo ha privato del padre. Così, insieme agli altri strani amici del giovane, streghe e stregoni in erba, formeranno una squadra disposta ad affrontare ogni pericolo. Ma Cas dovrà risolvere un problema ancora più difficile di questo: quale sarà infatti il destino di Anna?

Recensione
La mia adorata Cassie Clare, parlando di questo libro ha detto «Una storia intricata, con un protagonista che uccide i morti ma è quasi innamorato della morte stessa. Alla fine del libro lo sarete anche voi. Romantico e affascinante.» e come non darle maledettamente torto?

All'inizio quando ho letto questa frase insieme alle altre che presentavano il libro, mi sono domandata come potesse essere un cacciatore di fantasmi innamorato della morte stessa, ma più mi inoltravo nel romanzo più  il concetto si faceva chiaro.

Faccio una piccola premessa prima di procedere con la recensione vera e propria! Io stessa sono stata attirata fin da subito dal libro perchè sono una grande fan del telefilm Supernatural e ho sempre sognato di poter avere su carta avventure di questo tipo.
Tuttavia, ho letto sul web che c'è chi considera il libro troppo simile alla serie, magari non a livello di storia, ma per quanto riguarda le ambientazioni e quello che fa Cas. La mia opinione in merito? Cas va a caccia di fantasmi con un coltello in grado di ucciderli. Stop. Fine delle somiglianze che poi non sono somiglianze vere e proprie. Insomma, sono due storie diverse e gli stessi diciamo "universi sovrannaturali" seguono regole diverse.
So che mi sto dilungando troppo, ma ad esempio in Supernatural i fantasmi sono praticamente una sciocchezza in confronto al resto delle creature sovrannaturali che affrontano i nostri Dean e Sam e c'è da considerare che nel telefilm, basta dare fuoco alle ossa dopo averle cosparse di sale e acqua santa e il fantasma sparisce, cosa abbastanza facile! Se fosse stato così anche nel libro... beh il libro non ci sarebbe stato. detto questo concludo sull'argomento.

Parliamo del romanzo. Inutile dirvi quanto io lo abbia apprezzato no? Avete già visto che ha ottenuto il massimo dei voti. A dire il vero ero indecisa sul voto, variava da quattro cuori e mezzo a cinque, ma poi mi sono domandata "cosa vuoi di più da questo libro?" e mi sono risposta in automatico "niente" così i cinque cuori sono scattati in automatico.

L'autrice ci accompagna fin da subito nella storia con una scrittura diretta e piacevole, in alcune parti ironica. Riflessiva e descrittiva al punto giusto, ma il grande pregio del romanzo è che non è per niente scontato e mai noioso!

Dopo averci dato un assaggio del suo "mestiere" nel primo capitolo, Cas, il nostro protagonista - finalmente un punto di vista maschile, ogni tanto ci vuole - si trasferisce con la madre a Thunder Bay in seguito una segnalazione ricevuta. In città infatti, in una casa sperduta e ormai abbandonata, vive il fantasma di una sedicenne uccisa negli anni cinquanta, che uccide chiunque metta piede nella sua casa. Anna Korlov, Anna vestita di sangue.

Cas viene subito affascinato dalla sua storia e come sempre si lancia nella sua nuova impresa. Quello che non sa è che questo fantasma è diverso da tutti quelli incontrati fin ora e sarà diverso anche il suo modus operandi. Infatti questa volta sarà obbligato a coinvolgere altre persone contro la sua volontà.

Conosceremo dunque Thomas, un ragazzino abbastanza nerd che si scoprirà essere uno stregone e anche un buon amico, e ci ritroveremo anche davanti a Carmel, l'ape regina della scuola dove si è iscritto Cas.

Anna però non è uno dei soliti fantasmi che Cas è abituato ad uccidere, è molto di più. Però per qualche strano motivo risparmierà la vita di Cas. Così lo scopo del nostro protagonista diventerà scoprire cosa le è successo e prenderà a cuore la faccenda più di quanto in realtà dovrebbe, ma lui è andato fino a li per ucciderla. Riuscirà davvero a farlo?

Non parliamo poi del mistero che aleggia sul fantasma che ha ucciso suo padre, Cas non riesce a smettere di pensarci, desideroso di vendicarlo. Ha deciso che non appena avrà finito con Anna, sarà pronto a dargli la caccia, ma non vi dico niente di più per non rovinarvi il romanzo.

Come ho già detto in precedenza è un libro pieno di avvenimenti inaspettati. Quando sembra essere tornata la calma in superficie, succede sempre qualcosa che il lettore non si aspettava. Come posso non consigliarvi questa lettura? Un paranormal romance che sfocia nell'horror da non perdere! Insomma l'ho detto e lo ribadisco, avevo grandi aspettative e per una volta il libro ne è stato degno, le ha quasi superate. Se non lo avete già letto, correte a comprarlo (:



Anna dressed in blood Series di Kendare Blake
  1. Anna vestita di sangue, 2012 (Anna dressed in blood, 2011)
  2. Inedito in Italia (Girl of nightmares, Ag 2012)

11 commenti:

  1. Splendida recensione! :D Sono contentissimo che ti sia piaciuto ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già, peccato che come hai sottolineato tu sia durato poco (:

      Elimina
  2. Wooow, 5 stelle!! *_* Ormai me lo sogno pure la notte, 'sto libro. Spero di poterlo recuperare presto °__°

    RispondiElimina
  3. Desidero ardentemente comprarlo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. compralo Ronnie! non te ne pentirai :D

      Elimina
  4. Mi ispira davvero tantissimo questo libro, Anna sembra uno di quei personaggi di cui vuoi sapere e scoprire tutto! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si infatti stavo con l'ansia di sapere come fosse morta e tutta la sua storia :D
      Anna è un personaggio davvero ben riuscito (:

      Elimina
  5. Avevo letto questa recensione già qualche giorno fa, ma non sono proprio riuscita a commentarla!Sono contenta che ti sia piaciuto, io l'ho davvero adorato e anch'io gli ho dato 5 stelline come voto!
    Aspetto con ansia l'uscita di The Girl of Nightmares =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già! Chissà quanto ci toccherà aspettare però :(

      Elimina
  6. letta la recensione... sarà sicuramente il prossimo libro che comprerò *^*

    RispondiElimina