mercoledì 5 novembre 2014

Recensione in anteprima "Silver. La porta di Liv" di Kerstin Gier

Buona sera lettori! Eccomi qui puntuale a lasciarvi come promesso la mia opinione su Silver. La porta di Liv, il secondo volume della trilogia dei sogni di Kerstin Gier che ho avuto occasione di leggere in anteprima e che sarà disponibile nelle nostre librerie da domani. Curiosi?



Silver. La porta di Liv
di Kerstin Gier

Editore: Corbaccio
Prezzo: 16,40 €
Pagine: 380

Trama: Liv è sconvolta: Secrecy, la misteriosa autrice del blog più frequentato della scuola, conosce i suoi segreti più intimi. Possibile? E cosa le nasconde Grayson, il suo "fratellastro" da quando la mamma di Liv è andata a vivere con il padre di lui, trascinando anche Liv e la sorellina Mia in questa nuova avventura? Soprattutto, quale presenza oscura si aggira nottetempo negli infiniti corridoi del mondo dei sogni di Liv, un mondo che condivide con altre persone? E cosa significano gli improvvisi episodi di sonnambulismo di Mia? Incubi, misteriose apparizioni, cacce notturne, non favoriscono certo i sonni di Liv che di giorno, inoltre, è alle prese con una nuova famiglia decisamente complicata anche se con personaggi molto intriganti a partire da Henry per arrivare alla vecchia nonna. E con il fatto che ci siano in giro parecchie persone che hanno ancora dei conti in sospeso con lei, di giorno e di notte...

Recensione
Liv e la sua sorellina Mia, dopo aver passato parecchi mesi nella nuova casa, si sentono finalmente un po' più a loro agio. Vanno abbastanza d'accordo con i loro fratelli acquisiti, i gemelli Grayson e Florence, e il loro patrigno, Ernest, si sta rivelando una compagnia più piacevole di quanto non pensassero. L'unica nota dolente è la madre di Ernest, Mrs Spencer, una vera e propria spina nel fianco che non riesce ad accettarle.

Nel frattempo Liv ha anche iniziato a vedersi con Henry, stanno insieme da qualche mese e ogni notte si incontrano nel mondo dei sogni per passare del tempo insieme. Entrambi credono di essere al sicuro tra quei corridoi, quando però iniziano gli strani episodi di sonnambulismo di Mia, Grayson inizia a pensare che possa esserci qualcosa che non va. Forse qualcuno sta manipolando i sogni di Mia per arrivare a Liv? Forse è quello stesso qualcuno che racconta a Secrecy tutti i suoi segreti?

Silver, il primo libro della trilogia, mi era parecchio piaciuto, l'avevo solo trovato un romanzo un po' troppo introduttivo e dunque inutile dire che mi aspettavo qualcosa di più da questo secondo volume, qualcosa però che ho fatto fatica a trovare.
Per quanto la Gier si sia dimostrata come sempre davvero un'ottima intrattenitrice - ironica, frizzante e leggera senza però essere noiosa - ho avuto l'impressione che mancasse qualcosa per tutta la lettura. Avrei preferito un po' più di intrighi, un po' più di mistero, invece ho trovato l'intreccio alla base della trama fin troppo semplice e davvero poco elaborato.

Per concludere posso dire di aver trovato la lettura comunque abbastanza piacevole, però un po' sotto tono. Mi è mancata la magia diciamo, quel qualcosa di speciale che tiene incollati davanti alla pagine a qualsiasi costo, ma resto comunque fiduciosa per l'ultimo libro della serie che spero invece possa sorprendermi e regalarmi di più.



La trilogia dei sogni di Kerstin Gier
  1. Silver, 2014 (Silber, 2013)
  2. Silver. La porta di Liv, 2014 (Silber: Das zweite Buch der Träume, 2014)
  3. Inedito (Inedito)

23 commenti:

  1. Che peccato! >.< a me già il primo non aveva fatto impazzire, e speravo proprio che la storia si riprendesse un po' con questo volume! :-/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, purtroppo alla fin fine questo secondo volume non aggiunge nulla al primo a conti fatti. Io l'ho trovato comunque piacevole però :)

      Elimina
  2. Ma com'è che tutte le autrici stanno toppando con i secondi libri? xD La Angelini, la Fitzpatrick, la Gier... è un'epidemia ahahah
    Silver già dal primo non mi aveva convinto :/ peccato, la Trilogia delle Gemme l'ho adorata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì anche io avevo trovato quella trilogia e avevo trovato anche Silver molto carino seppure un po' incerto, questo purtroppo è stato ancora un po' più sottotono del primo...

      Elimina
  3. Ho letto il primo e mi era piaciuto abbastanza...Non sono del tutto convinta se continuare o no la saga :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda io ho trovato molto carino anche questo secondo romanzo, però diciamo che a livelli di trama, non succede niente di che... e mi aspettavo di più... non per questo la lettura è stata malvagia però :)

      Elimina
  4. Noooooo pensavo che ti sarebbe piaciuto ... io amo come scrive la gier ... ma non puo sxrivere sotto tono... mannaggia!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma in realtà mi è piaciuto abbastanza... solo che c'è molto poco sostanza... e mi aspettavo ce ne fosse di più :|

      Elimina
  5. Secondo me il secondo libro di una trilogia, forse proprio perchè è un libro di passaggio non sempre riesce a trascinare il lettore...vedo che succede sempre più spesso... Comunque sono curiosa di leggerlo, ma vado "preparata" così non ci rimango male :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì esatto, magari a essere preparati si evita di stare lì tutto il tempo ad aspettare quel qualcosa che non arriva :P

      Elimina
  6. anche a me Silver era piaciuto tanto, infatti ho recuperato e letto anche la trilogia delle gemme. Mi piace come scrive quest'autrice. Peccato se manca qualcosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il suo modo di scrivere resta sempre lo stesso, frizzante e ironico, in questo libro è la trama che ne risente un po' purtroppo...

      Elimina
  7. Anche a me ha fatto lo stesso effetto: la Gier c'è tutta con la sua ironia, ma la storia è un po' sotto tono!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son contenta di non essere l'unica ad aver avuto questa impressione allora :P

      Elimina
  8. Un tre e mezzo, se paragonato alla Gier della trilogie delle gemme, è sconfortante! Silver l'ho letto appena uscito, mi era piaciuto ma senza fuochi d'artificio! Che peccato :|

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, la Gier dovrebbe essere una donna dalle quattro stelline in su garantite U_U dovrebbe...

      Elimina
  9. diciamo che il primo mi era piaciuto ma non avevo trovato la stessa magia della trilogia delle gemme! curiosa di leggere questo secondo libro! vedremo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me allora anche questo ti darà la stessa impressione :3

      Elimina
  10. Uff, ma non succede proprio niente niente? >.<
    E pensare che avevo altissime aspettative nei confronti di questo secondo volume, proprio perché nel primo mancava quel non so che, speravo che la Gier si rifacesse e desse corpo alla trama in quest'altro volume >.<
    Vedi a dare troppa fiducia agli autori? u.u
    Vabbè, sono certa che comunque saprà intrattenermi almeno quel pochino :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per intrattenere, intrattiene... però hai presente quando ti aspetti continuamente che succeda quel qualcosa... e poi non succede? Ecco XD
      E comunque tirando le somme non succede quasi niente di significativo se non verso le ultime pagine... ma anche qui niente di che LOL

      Elimina
  11. Ho avuto la stessa impressione sul fatto che mancasse qualcosa... però ho apprezzato comunque la sua leggerezza

    RispondiElimina
  12. L'ho finito proprio oggi, devo dire che mi ha abbastanza delusa, si vede che la Gier voleva fare qualcosa d'altro, anche a livello di storia d'amore, ma non c'è riuscita, si legge velocemente, l'ironia è la stessa, ma la trilogia delle gemme è un'altra cosa, peccato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, come darti torto :| peccato davvero!

      Elimina