mercoledì 18 febbraio 2015

Recensione "La fabbrica delle meraviglie" di Sharon Cameron

Buon pomeriggio lettori! Come vi avevo anticipato ieri, eccomi con la recensione de La fabbrica delle meraviglie di Sharon Cameron, romanzo approdato da poco nelle nostre librerie e che ho ricevuto grazie alla Mondadori.



La fabbrica della meraviglie
di Sharon Cameron

Editore: Mondadori
Prezzo: 17,00 €
Pagine: 308

Trama: In una notte di nebbia Katharine arriva in una misteriosa tenuta vittoriana con l'incarico di controllare che l'eccentrico zio George non stia dilapidando il patrimonio di famiglia. Convinta di incontrare un uomo sull'orlo della follia scopre invece che lo zio è un geniale inventore e sostenta una vivace comunità persone straordinarie come lui, salvate dai bassifondi di Londra. Aiutato dal giovane e affascinante Lane, George realizza creazioni fantasmagoriche: pesci meccanici, bambole che suonano il pianoforte e orologi dai mille ingranaggi. Ma Katharine comprende ben presto che una trama di interessi oscuri minaccia il suo mondo pieno di meraviglie e, forse, il destino di tutta l'Inghilterra.

Recensione
Quando la zia Alice decide di mandare la giovane Katharine in missione nella tenuta dello strampalato zio Tully, che si vocifera essere ormai fuori di testa, Katharine è intenzionata a svolgere i suoi doveri al più presto in modo di tornare a casa quanto prima. Dal primo momento in cui arriva a Stranwyne però, le cose non vanno come previsto. Katharine dovrebbe soltanto dimostrare che suo zio è incapace, in modo che zia Alice si possa impadronire del suo patrimonio, eppure nonostante distruggere lo zio rientri anche nei suoi interessi, si ritrova a indugiare.
Non ci sono dubbi, zio Tully è senz'altro speciale, ma non è pericoloso e anche se si comporta in modo strano e bizzarro, ha una mente brillante e terribilmente geniale.

I numerosi abitanti di Stranwyne guardano Katharine dall'alto in basso, col timore che lei possa da un momento all'altro mandarli in rovina. Lei però, decide di accettare il patto che le propone l'aiutante personale di suo zio, Lane, che prevede che lei rimanga nella tenuta per un mese prima di prendere la sua decisione. Katharine sembra sicura di come andrà a finire, ma nel tempo che trascorre tra le strane mura di Stranwyne, tra sogni ad occhi aperti e bizzarre costruzioni, non può fare a meno di affezionarsi a suo zio, alla domestica, a Lane e anche al piccolo Davy. Quello che Katharine non sa, è che c'è un ombra che incombe sulla tenuta e su di lei e che presto verranno tutti messi a dura prova.

Parlare di questo romanzo è una cosa tutt'altro che semplice. Per il primo centinaio di pagine non posso negare di essermi annoiata un sacco. La storia faceva fatica a partire, trovavo le situazioni descritte dall'autrice troppo assurde, non capivo dove il tutto volesse andare a parare e purtroppo sono anche stata tentata di abbandonare la lettura. Per fortuna dalla metà in poi, il libro però si riprende e il ritmo della narrazione aumenta. Le bizzarrie restano fino alla fine e sono sempre più numerose, l'autrice però riesce a spiegare tutto e a riscattarsi meglio di quanto non avrei sperato.

Non credevo che, a conti fatti una volta terminata la lettura, sarei riuscita ad avere un parere positivo a riguardo, invece son contenta di non aver rinunciato a finire il libro perché l'autrice ha saputo stupirmi e conquistarmi. Consiglio di sicuro la lettura a tutti gli amanti dei romanzi ambientati in epoca vittoriana con un tocco di mistero e di steampunk. E se anche voi come me di fronte all'inizio vi sentite scoraggiati, non demordete, in questo caso il detto il meglio deve ancora venire calza a pennello!



The dark unwinding di Sharon Cameron
  1. La fabbrica delle meraviglie, 2015 (The dark unwinding, 2012)
  2. Inedito (A spark unseen, 2013)

24 commenti:

  1. Come sai mi ispira un sacco e indovina... è approdato proprio oggi a casa mia ** Non vedo l'ora di iniziarlo e poi... v_v avere quella meraviglia di cover tra le mie mani è qualcosa di fantastico!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, avere tra le mani il libro è bellissimo, la grafica è stata curata in modo perfetto :D spero che ti piacerà!

      Elimina
  2. Anche io ho trovato la prima parte un pochino noiosa, ma poi mi è piaciuto un sacco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be' dai, son felice di non essere la sola ad essersi annoiata all'inizio :P

      Elimina
  3. Ho comprato il libro la settimana scorsa, spero mi piaccia! *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conoscendo un po' i tuoi gusti penso ti piacerà! Buona lettura :)

      Elimina
  4. Ciao! Anche io l'ho letto e sono d'accordo con le tue impressioni. Mi sono annoiata anche io e avrei preferito abbandonare la lettura. E' vero che migliora dopo la prima metà ed è vero che mi sia un po' ricreduta, però non mi ha convinta comunque e ci sono stati altri dettagli che non mi hanno fatto gustare la lettura fino in fondo.

    RispondiElimina
  5. Che bello tesoro sono contenta che alla fine ti sia piaciuto!! *-* io l'ho adorato!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì dai, alla fine sono riuscita a farmi prendere dalla storia e a godermelo un po' :D son curiosissima per il seguito!

      Elimina
  6. Beneeeee.. vedi che alla fine ne è valsa la pena! Spero di riuscire a leggerlo presto ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ebbene sì, alla fine ho cambiato idea! Spero possa piacerti Moni :)

      Elimina
  7. ti avevo già detto che a me non intrigava moltissimo, ma dopo questa recensione mi hai spinta a leggerlo! good job <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo :3 spero allora che possa piacerti :D sennò mi sentirei in colpa ad averti fatto venire voglia di leggerlo >.<

      Elimina
  8. Questo libro mi ispira parecchio, e dopo la tua recensione ho ancora più voglia di leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo! Buona lettura allora :D spero possa conquistarti!

      Elimina
  9. Non so, non mi convince ancora...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari prova a cercare qualche altra recensione per chiarirti le idee... oppure fa come faccio io quando sono indecisa, scarica l'estratto dell'ebook da Amazon, così capisci meglio se può piacerti o meno :)

      Elimina
  10. Mi sembra un libro molto particolare, mi sa che ci farò un pensiero dopo l'uscita del seguito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh fai bene ad aspettare l'uscita del seguito XD meglio essere previdenti di questi tempi!

      Elimina
  11. Io ho parecchi problemi con 'sto steampunk, ma questo mi attira.
    Soprattutto per la Londra vittoriana che fa da sfondo. Poi che bella la nostra copertina :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma guarda in questo libro in particolare di steampunk ce n'è davvero pochissimo, giusto un vago accenno diciamo! Il periodo storico invece ha affascinato tantissimo anche me, penso sia proprio uno dei punti di forza del romanzo :3

      Elimina
  12. Vorrei leggerlo anche se i romanzi con una partenza lenta un pò mi scoraggiano...ciao Maria

    RispondiElimina
  13. ad ogni recensione che leggo di questo libro mi ispira sempre di più!

    RispondiElimina