venerdì 13 ottobre 2017

Reading the movie #43 La torre nera

Reading the movie è una rubrica ideata da me per parlare di due mie grandi passioni che ogni tanto si incrociano: cinema e lettura. Adoro leggere i libri da cui sono tratti i film che mi hanno emozionato e mi piace anche fare il contrario, leggere i libri prima che ne escano le trasposizioni al cinema. Da qui nasce questo spazio in cui poterne parlare insieme a voi.

Buongiorno lettori, come state? Finalmente è alle porte il weekend. È da un po' che non vi propongo questa rubrica che adoro e dunque oggi ho pensato di fare quattro chiacchiere con voi riguardo alla trasposizione de La torre nera, che ho visto al cinema questa estate, quando il blog era in pausa. Spero che anche se è passato del tempo da quando il film è arrivato in sala, possa comunque farvi piacere avere il mio parere!

About the book
Titolo: L'ultimo cavaliere
Autore: Stephen King
Editore: Pickwick
Pagine: 223
Trama: Il primo volume della saga de «La Torre Nera», un classico della letteratura moderna. Scritto in età giovanile e completamente rivisto dall'autore prima della pubblicazione dei capitoli conclusivi del ciclo, questo romanzo mostra un nuovo, appassionante aspetto dello straordinario talento creativo di Stephen King. Una storia fantastica, ambientata in un mondo di sinistre atmosfere e macabre minacce, che appare come lo specchio oscuro di quello reale. Qui, in uno sconfinato paesaggio apocalittico, l'eterno, epico scontro fra il bene e il male si incarna in uno dei più evocativi personaggi concepiti dall'autore: Roland di Gilead, l'ultimo cavaliere, leggendaria figura di eroe solitario sulle tracce di un enigmatico uomo in nero, verso una misteriosa Torre proibita. Un capolavoro della vena immaginifica di Stephen King.


About the movie
Genere: fantascico, azione, avventura, fantascienza, western
Regia: Nikolaj Arcel
Cast: Idris Elba (Roland Deschain), Matthew McConaughey (Walter Padick), Tom Taylor (Jake Chambers), Katheryn Winnick (Laurie Chambers), Fran Kranz (Pimli), Abbey Lee Kershaw (Tirana)
Ormai è un rito di passaggio, devo iniziare questa sorta di pseudo-recensioni con una premessa. La mia prima intenzione, quando ho saputo che sarebbe uscito il film, era quella di leggere il libro per arrivare al cinema pronta e preparata. Tuttavia, sono venuta a sapere che sarebbe uscito praticamente quando mi è arrivata notizia che sarebbe anche arrivato nelle sale, poco tempo dopo, It. Al che, ho deciso di iscrivermi in un gruppo di appassionati di King su facebook e di chiedere dunque direttamente agli esperti con cosa fosse meglio iniziare. E la maggioranza è stata d'accordo su una cosa: vista la mia poca esperienza con il Re, non era il caso per me, neofita, avventurarmi fra le pagine della serie de La torre nera, da tutti considerata una lettura da fare quando dell'universo di King si ha già una vasta conoscenza. Al che ho deciso di fidarmi e ho lasciato momentaneamente stare, decidendo di andare al cinema a godermi il film semplicemente per quello che era.

Forse proprio perché dei romanzi son stata a digiuno, il film mi è piaciuto molto, proprio come mi aspettavo. Ho adorato soprattutto l'ambientazione e la bizzarra varietà di ingredienti con cui King ha condito questa storia.
Insomma, sarete d'accordo anche voi, che l'accoppiata western/fantascienza non è esattamente comune, se poi ci si aggiunge anche la magia, diventa qualcosa di più unico che raro.
Il film de La torre nera racchiude appieno questi elementi. Racconta la storia del piccolo Jake, un ragazzino che è letteralmente ossessionato dai suoi strani sogni strani riguardo a stregoni e a pistoleri e a universi lontani. Come è chiaro allo spettatore fin dal principio, quelli di Jake non sono affatto sogni, ma corrispondo al vero e le sue non sono altro che visioni di un mondo parallelo.
Nei panni del Pistolero, l'antieroe protagonista, troviamo un fantastico Idris Elba. Mentre nei panni del cattivo, troviamo il conosciutissimo Matthew McConaughey, bravo come sempre, ma forse in questo non particolarmente brillante.


Ho letto svariate opinioni dei fan. Inutile dire che, come c'era da aspettarsi, in moltissimi sono rimasti delusi, ma ho visto tutti d'accordo nel pensiero comune che il film possa essere considerato godibile, ma soltanto se visto come storia a sé, una storia ispirata, ma neanche lontanamente "completa" come quella dei romanzi né tanto meno paragonabile. Del resto, la serie è composta da numerosi volumi, il film invece dura poco più di un'ora e mezzo.

In conclusione, da persona che non ha ancora avuto un approccio con i libri, posso dire di avere apprezzato moltissimo questa pellicola. Non nego che, forse, con qualche diverso accorgimento o approfondimento, il film avrebbe anche potuto essere molto più bello, ma tutto sommato me lo son goduto. Chissà comunque come la penserò, magari fra dieci anni, dopo aver letto i romanzi, quando lo riguarderò!


Voi avete letto la serie o visto il film? Se sì, cosa ne pensate? Se no, avete in programma di fare una delle due cose? Fatemi sapere, aspetto i vostri pensieri! Alla prossima.


5 commenti:

  1. Io ho visto solo il film, il libro non l'ho letto, e devo dire che mi ha delusa un po'. Mi è piaciuta la trama di base, ma l'impressione è che sia stato tutto troppo compresso. Non c'è stata storia sulla Torre e anche il villain mi è parso superficiale.
    Mi aspettavo di più.
    Però ora sono curiosa di leggere i libri.

    RispondiElimina
  2. Da persona che ha letto e amato i libri, al film avrei voluto dargli fuoco e ballare sulle sue ceneri :P
    Ok che le premesse erano pessime (è come se avessero detto "Adatteremo tutti e sette i libri di Harry Potter in unico film di nemmeno due ore": lo sai che non andrà bene), ma hanno proprio preso una delle opere di King più complesse a livello di trama, di personaggi, di tematiche, di tortura di King verso i suoi personaggi, e ne hanno fatto un fantasy generico per ragazzi.
    Mi ha fatto male al cuore.
    Non ho capito perchè non potevano fare direttamente l'adattamento de La casa del buio, visto che la trama base era quella (bambini vengono rapiti per tirare giù Vettori e Torre con poteri esp, e ce n'è uno talmente potente da poterci riuscire da solo o quasi).

    RispondiElimina
  3. Non ho ancora visto il film, perché le sale cinematografiche della mia zona tendono a chiudere i battenti durante la stagione estiva: ho dato un'occhiata al trailer, però, e, da brava appassionata della serie di libri, ammetto di essere rimasta un po' a bocca aperta... Ho come l'impressione che la pellicola non abbia un granché a che vedere con i romanzi del Maestro! XD Mi fa piacere sapere che il film è riuscito a convincerti, però: magari non avrò molto attinenza con la "vera" storia della Torre Nera, ma credo che in fondo potrei accontentarmi anche di un blockbuster divertente e pieno di colpi di scena! ;D

    RispondiElimina
  4. Il film mi ispira tantissimo, però non sono andata al cinema proprio perché volevo leggere prima il libro. A questo punto mi sa che lo guarderò!

    RispondiElimina
  5. Finora l'ho felicemente evitato. Chissà...
    Ho letto soltanto i primi tre libri, e anni anni fa, quindo non dovrei avere troppi pregiudizi neanch'io. Ti dirò. ;)

    RispondiElimina